Il 2005 dei pc è rosa, più sfumato il 2006

I dati di Idc sull’intero 2005 confermano crescite superiori al 16%. Tassi non riconfermabili per l’anno appena iniziato.

L'ottimismo che nel corso del 2005 ha caratterizzato le previsioni delle
singole società di ricerca in merito all'andamento del mercato pc resta
confermato anche a consuntivo.
E' il caso di Idc, secondo la
quale nel corso del 2005 il mercato mondiale dei pc è cresciuto del
16,4% in termini di unità.
Un dato positivo, guidato da un lato la
crescente popolarità dei notebook, dall'altra dal continuo downpricing.
Un
dato, va detto, che eccede comunque le pur rosee aspettative del mese di
novembre.

Complessivamente Idc parla di 208,6 milioni di pezzi
tra notebook, desktop e server x86, per un giro d'affari stimato in 218 miliardi
di dollari, in crescita del 9% rispetto ai 200 miliardi del
2004.

Cautela, però, si impone per
l'anno appena iniziato
.
Idc sostiene che il 2006 non potrà
presentare gli stessi tassi di crescita visti nel 2005 e, pur preconizzando
ancora incrementi a due cifre, parla di un ridimensionato +10.5% in termini
unitari, al quale corrisponderebbe un +3,6% a 226 miliardi di dollari
in termini di valore.

Per il 2006 resterebbero invariati i driver
della crescita: progressiva sostituzione dei desktop con i notebook, downpricing
e fase di adozione nei mercati in via di sviluppo.

Limitatatamente al
solo quarto trimestre dell'anno, Idc parla di incremento del
17,1% nelle vendite a livello mondiale, anche in questo caso al di sopra delle
precedenti previsioni.

I big player del mercato hanno tutti
consolidato la loro posizione, con Dell nel ruolo di leader,
con una share del 20,1% sul quarto trimestre e del 18,8% sull'intero
anno.

Secondo posto per Hp e terzo per Lenovo, mentre Acer si conferma al
quarto posto, con il palmares per l'azienda con i più forti tassi di
crescita.

Della crescita - e del downpricing - secondo Idc, avrebbe
beneficiato anche Amd.
In questo caso le cifre non sono state ancora
pubblicate, ma la stessa Intel avrebbe ammesso di aver perso qualche punto a
favore della rivale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here