Pc e datacenter fanno crescere Lenovo

Un trend lineare di crescita continua ha portato Lenovo a superare gli obiettivi interni ed esterni in Italia e a rafforzare la posizione della società dall'edge alle infrastrutture cloud.

È la sintesi di Emanuele Baldi, General Manager e Amministratore Delegato in Italia di Lenovo, a commento dei risultati finanziari relativi al terzo trimestre.

Il quarter si è chiuso globalmente il 31 dicembre scorso con un fatturato di 12,9 miliardi di dollari, con un aumento del +6,3% anno su anno, e un aumento del +10% rispetto al secondo trimestre fiscale dell'esercizio in corso.

La società continua a ottenere significativi miglioramenti nelle aree PC e smart device (PCSD) e nel Data Center Group (DCG), mentre il Mobile Business Group (MBG) di Lenovo si è mosso in linea con le previsioni per il trimestre.

Il management globale di Lenovo attribuisce la performance all'esecuzione della sua strategia a tre ondate, che fa perno sul mantenimento della leadership nelle attività principali, sulla crescita nei segmenti chiave e sugli investimenti nelle tecnologie emergenti.

Mercato Pc in Italia in crescita

Come ci ha detto Emanuele Baldi, relativamente ai Pc, Lenovo in Italia ha raggiunto una buona market share, del 17%, registrando una crescita anche superiore al mercato Emea. Oggi il ranking vede Lenovo seconda nella classifica dei Pc, frutto di un'uniformità di risultati fra i settori commercial (compreso l'enterprise) e consumer.

E se l'obiettivo è continuare anche nel quarto trimestre, i presupposti ci sono tutti, stando a quanto dice Baldi: il mercato Pc è in ripresa, e lo dice Idc, e cresce per via di un cambio generazionale delle macchine, specie sul fronte aziendale, complici fattori come il passaggio a Windows 10 e l'adozione di applicazioni di realtà aumentata e virtuale.

Oggi in campo commercial, dove servono macchine touch, c'è più di una ragione per avere un pc nuovo.

Il Data Center Group (DCG) di Lenovo a livello globale continua la sua trasformazione, rispettando le aspettative per il terzo trimestre consecutivo e portando i ricavi più elevati degli ultimi due anni.

Alessandro De Bartolo, General Manager per l'Italia del Data Center Group, ci ha spiegato che la trasformazione del business procede, con una crescita anno su anno e trimestre su trimestre, anche in Italia.

Per più motivi, come l'affermazione dell'High performance computing e delle infrastrutture software defined. È piaciuta anche sul mercato italiano l'adozione di nuove tecnologie lato storage, dove funzionano bene le alchimie con i partner come Datacore, Nutanix e Vmware, bravi a vendere soluzioni, che generano spazio per i servizi.

L'abilitazione di infrasatrutture cloud, osserva De Bartolo, è sempre di più presente nel panorama globale, dove la società è presente sei dei dieci datacenter top scaler. Lenovo ha tecnologie e processi per creaere strutture anche di dimensioni inferiori.

Il Mobile Business Group (MBG) di Lenovo ha rispettato le aspettative per il trimestre, anche se il settore si trova di fronte a enormi sfide competitive.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome