Patto a 12 per acquistare via Web

Anche nel mondo It i maggiori produttori si alleano per acquistare e vendere via Web. L’infrastruttura unificata di approvvigionamento promette di abbattere i costi delle transazioni fino al 5-7%.

Dopo il mondo automobilistico e il settore degli
x-link
aereoservizi; 004; A; 28-04-2000
x-fine-link
, anche i grandi dell'It si alleano per acquistare e vendere via Web.
Hewlett-Packard, Compaq, Nec, Amd, Quantum, Hitachi, Western Digital,
Gateway, Samsung, Solectron, Hitachi e Sci Systems hanno, infatti,
annunciato la costituzione di una nuova realtà indipendente,
incaricata della compravendita di componenti, sistemi e prodotti
elettronici via Internet. Il nuovo mercato virtuale, ancora senza
nome, sarà operativo entro tre mesi e vedrà il contributo di 100
milioni di dollari per azienda oltre a un volume d'affari di circa
600 miliardi di dollari in cinque anni. Il consorzio, aperto a
ulteriori adesioni da parte di società appartenenti al mondo It,
punta a creare una infrastruttura di approvvigionamento unificata,
abbattendo i costi delle transazioni del 5-7%.
Anche le inefficienze della catena distributiva potranno essere
eliminate: rispetto a telefono e fax, gli ordini on line offriranno,
infatti, una riduzione nei tempi di consegna dei prodotti e una
maggiore soddisfazione del cliente.
In risposta a questa alleanza, siglata tra nemici anche storici del
mondo It, Ibm annuncerà entro fine mese la costituzione di un suo
consorzio alternativo per la compravendita di componentistica via
Internet. A farne parte saranno dieci società, i cui nomi, a parte
Ibm, sono ancora riservati.
Sebbene separati, questi due mercati di prossima costituzione saranno
caratterizzati da una vivace interazione, anche perché gli acquirenti
Web potranno spostarsi da uno all'altro con grande facilità.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome