Partnerworld: Smb e Linux gli obiettivi 2005

Cinquemila partner ascoltano il bilancio di un anno positivo nel quale il canale ha aumentato il suo peso nelle vendite di Big Blue

Linux e Small and medium business. Ibm è molto chiara su quelli che sono
gli obiettivi per i Business partner che, convocati in
cinquemila a Las Vegas per l'annuale PartnerWorld, sono gratificati dai numeri
che Donn Atkins, manager Ibm Global business partner, ha presentato e che
indicano come “Nel 2004, a livello worldwide, il peso dei Business partner sul fatturato Ibm e' passato dal 25 al 27% per un valore pari a 32 miliardi di dollari, rispetto ai 29 registrati nell'esercizio precedente”.

In mezzo a questi dati c'è l'ottima performance del canale nel mercato eSeries e una crescita del 20% del segmento pc dove, rassicura Atkins “anche dopo l'annuncio della
partnership con Lenovo, per l'indiretta non cambiera'
nulla
.


Ma i numeri che entusiasmano manager Ibm come Doug Elix, senior vice president and Group Executive, sono anche altri: “Il peso dei partner sugli iSeries è pari all'84%, quello sugli xSeries e sui pSeries è arrivato a +74% e +66%. Anche in ambito Storage il ruolo del canale è stato rilevante, portando a casa il 53%, mentre sugli zSeries e' stato del 24%”.
Dal punto di
vista dei risultati anche dal lato Linux il canale non ha tradito le
aspettative

. “Nel 2004 - ha annuciato
Atkins - avevamo chiesto ai partner di raggiungere il miliardo di
dollari di entrate. Grazie al vostro lavoro abbiamo raggiunto e superato questo
obiettivo di 120 milioni di dollari e ora puntiamo a quota due
miliardi”
.


In questo scenario, il peso dell'Europa e' stato rilevante. “Nel 2004 - ha
sottolineato Giuseppe Giuliani, vice president Business partner Emea - sono stati 12 i miliardi di dollari portati dal canale, con un incremento dei business partner, anno su anno, pari al 12%”.
La nota dolente arriva, pero', dallo spaccato per Region, che vede la
West e la South (di cui fa parte anche l'Italia, per giunta con
i risultati meno positivi) registrare le performance peggiori
. Ottimi, invece, i dati provenienti dall'area Cema (Central and Middle East).
Sempre in Europa, a livello di prodotti, xSeries, pSeries e zSeries hanno riportato i migliori risultati, mentre iSeries, Storage e pSeries non hanno brillato. “In questo scenario - ha continuato Giuliani - i best performer fra i Business partner sono stati gli integratori di sistema, ma anche Isv (global e regional) e distributori”.

Ai numeri dell'hardware
il software
risponde con il 40% delle vendite che nel 2004 sono passate per il canale e con l'obiettivo del 50% (1,3 miliardi di dollari) per il 2007 da raggiungere “Sfruttando l'ambiente e aumentando le integrazioni” come ha affermato Steve Mills, senior vice president and Group executive Ibm Software Group. “I clienti - ha continuato il manager - devono pensare a dove investire per migliorare la propria infrastruttura e noi, insieme ai nostri Business partner, siamo al centro di queste esigenze”. Così si spiega l'allargamento del PartnerWorld Industry ad
altre quattro segmenti di mercato per ottenere un network di competenze in aree
quali government, financial & services, automotive, retail, consumer
products, healthcare, life science, manufacturing, media & entertainment,
non-profit, telecom e industrial.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here