Partite Iva, ad agosto in calo del 4%

Rispetto ad agosto 2013, si registra un aumento di avviamenti per le sole società di capitali (+10,8%). In calo le società di persone (-10,5%) e le persone fisiche (-6,4%).

Nel mese di agosto sono state aperte 17.052 nuove partite Iva, il che,
in confronto al corrispondentemese dello scorso anno, fa  registrare un calo del 4%.

La distribuzione per natura giuridica mostra che il 75,5% del
totale delle nuove aperture di partita Iva è avvenuto da parte di persone fisiche, il 18,7% da società
di capitali,
il 4,8% da società di persone, seguite dalla quota dei “non residenti” e “altre forme
giuridiche”, che ne rappresentano complessivamente l'1%. Rispetto al mese di agosto 2013, si
registra un aumento di avviamenti per le sole società di capitali (+10,8%), rispetto alle altre forme
giuridiche, le quali rilevano un calo più marcato per le società di persone (-10,5%) e più contenuto per
le persone fisiche (-6,4%).

Il 41,6% di nuove aperture è avvenuto al Nord, circa il 23% al Centro e il 35,2% al Sud e Isole. Il confronto con lo
stesso periodo dell'anno precedente evidenzia sensibili incrementi in Basilicata (+37,6%), Molise
(+27,6%) e Valle d'Aosta (+13,9%), mentre le flessioni più forti si notano in Friuli Venezia Giulia
(-21,7%), Marche (-10,7%) e Puglia (-10,2%).

Il commercio continua a registrare il maggior numero di avviamenti di partite Iva con il 25,9% del totale,
seguito dalle attività professionali con il 10,8% e dall'agricoltura con il 10%. Rispetto al mese di agosto
2013, tra i settori principali si osservano incrementi relativi ai servizi di comunicazione
(+11,8%)
, al noleggio e servizi alle imprese (+8,6%) e alla sanità (+8,4%). Minori nuove aperture di
partite Iva tendenziali si notano, invece, nelle attività finanziarie e assicurative (-34%), nell'agricoltura
(-15,8%)
e nelle attività professionali (-11,5%).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here