Parte fra i dubbi il Pentium 4

Atteso da tempo, il Pentium 4 è stato x-link finalmente annunciato; 000; A; 20-11-2000 x-fine-link da Intel, ma arriva portando con sé anche qualche dubbio. Lo stesso costruttore, innanzitutto, ha ammesso che i primi rilasci ai produttori …

Atteso da tempo, il Pentium 4 è stato
x-link
finalmente annunciato; 000; A; 20-11-2000
x-fine-link
da Intel, ma arriva portando con sé anche qualche
dubbio. Lo stesso costruttore, innanzitutto, ha
ammesso che i primi rilasci ai produttori di personal
computer contenevano una parte di codice software
sbagliato, anche se nessuno di questi pezzi arriverà
all'utente finale, essendo stati ritirati per tempo.
Il problema era insorto, in particolare, nel Bios, ora
prontamente corretto, cosicché i produttori hanno
potuto rimpiazzare la versione difettosa, prima che
anche un solo nuovo pc arrivasse a un utente finale.
Le perplessità maggiori, tuttavia, riguardano la
tecnologia Dram. Com'è noto, il Pentium 4 ospita 128
Mb di memoria Rambus, che Intel è convinta possa
offrire prestazioni che altre tipologie di memoria non
sono in grado di raggiungere. Tuttavia, Intel ha anche
confermato di voler sperimentare altre tecnologie per
le future generazioni del proprio ultimo processore.
In particolare, nel mirino della numero uno mondiale
dei semiconduttori ci sarebbe Ddr (Double Data Rate),
anche se l'adozione comporterebbe il disegno di un
chipset diverso dall'850. Sostanzialmente, Rambus
appare una tecnologia effettivamente all'avanguardia,
ma anche costosa, per cui, nel momento in cui Intel
vorrà indirizzare il proprio processore verso
un'utenza di massa, dovrà proporre un compromesso,
utilizzando una soluzione più economica, anche se meno
performante (ma comunque migliore di quelle attuali).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here