Parte dall’isola d’Elba la patente hi tech

Dodici candidati hanno sostenuto la prova teorica in via completamente informatizzata

Per la prima volta in Italia, 12 candidati dell’isola d'Elba - in una sede esterna rispetto agli uffici della motorizzazione – hanno sostenuto la prova teorica per la patente in via completamente informatizzata, definendo gli standard che verranno in futuro applicati su tutto il territorio nazionale.


Sviluppata da Eds per il ministero dei Trasporti, l’applicazione consente di svolgere, in modo del tutto nuovo, il classico esame a quiz della patente. La piattaforma fa sì che tutto proceda nel pieno rispetto dei canoni di sicurezza, attraverso un canale protetto tra le autoscuole e il ministero.
Il mancato rispetto dei requisiti fa si che venga negato l’accesso all’esame delle postazioni non conformi, che restano letteralmente “isolate” fino al puntuale adeguamento delle stesse a detti requisiti.Tutte le autoscuole sono riconosciute univocamente attraverso un profilo di autenticazione e un piano di indirizzamento Ip di classe privata.

Ciò garantisce il riconoscimento e la tracciabilità di ogni singola operazione svolta dall’autoscuola. Un’applicazione innovativa, basata su tecnologia Cisco, che offre numerosi vantaggi rispetto al sistema tradizionale.
La prova viene sostenuta in una qualunque autoscuola attrezzata inserendo le risposte direttamente via web ed accedendo al processo di correzione del test in via completamente automatizzata con conseguente riduzione dell’onere per gli esaminatori e garanzia di trasparenza dell’intero processo.
Entro la prima metà del 2008 è prevista la diffusione capillare dell’intero sistema.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here