Home Cloud Parallels e Google portano le applicazioni Windows su Chrome Enterprise

Parallels e Google portano le applicazioni Windows su Chrome Enterprise

Parallels e Google hanno avviato una partnership per mettere a disposizione delle imprese, dei dipendenti e dei professionisti che si basano sul cloud per il proprio lavoro, le applicazioni con funzionalità complete di Windows su Chrome Enterprise.

La collaborazione, come sottolineano le due società stesse, nasce dal fatto che il lavoro a distanza è ormai la nuova realtà per le aziende, i lavoratori e i team, il che rende l’efficienza, la connettività, la velocità, l’affidabilità, la sicurezza e l’accesso ininterrotto degli elementi essenziali per i workflow di ogni organizzazione.

Le tecnologie e l’esperienza delle due società si incastrano bene in questa direzione: Parallels è lo specialista della virtualizzazione e delle soluzioni cross-platform.

Di Google chiaramente è superfluo parlare: nello specifico di Chrome Enterprise, si tratta di un servizio indirizzato, come suggerisce il nome, al mondo aziendale, per gestire Chrome OS, il browser Chrome e dispositivi Chrome, e metterli a disposizione della forza lavoro connessa e basata sul cloud.

Parallels Google

Con questa partnership Parallels e Google intendono quindi fornire alle imprese un set di soluzioni che ottimizzino le loro attività e quelle dei loro team per far fronte alle sfide dei moderni ambienti di lavoro che sono in una fase di profonda ridefinizione.

La collaborazione è in fase di partenza, quindi non ci sono già annunci di disponibilità delle soluzioni: le due società parlano delle applicazioni Windows in arrivo su Chrome Enterprise il prossimo autunno, quindi in tempi abbastanza brevi.

Ciò che Parallels e Google hanno anticipato, è che questa partnership consentirà alle imprese di aggiungere senza problemi app di Windows full-featured, Microsoft Office incluso, ai dispositivi Chromebook Enterprise, per abilitare flussi di lavoro efficienti, produttivi e collaborativi, sempre e ovunque. Inoltre, aiuterà a eliminare i costi hardware aggiuntivi e ridurre il total cost of ownership (TCO).

Parallels è dunque al lavoro con il team di Chrome OS per supportare le nuove workforce basate su cloud a disporre di strumenti efficaci per il proprio lavoro: non resta che verificare “sul campo”, in autunno, come funzioneranno i risultati di questa partnership.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php