Palmari in calo, ma Palm resta prima

Secondo Idc il 2005 non fa che confermare una tendenza in atto da 4 anni. Niente scossoni, solo progressivo declino. Ma gli utenti Palm passano volentieri al Treo.

Secondo gli ultimi dati presentati da Idc, il mercato dei dispositvi
palmari ha continuato, nel corso del 2005, il percorso di progressivo
rallentamento, mettendo a segno un -18% nell'ultimo trimestre e un -17%
sull'intero anno.

Secondo la società di analisi, è la conferma di un
declino in atto da quattro anni ormai e che ha portato il volume complessivo
delle vendite a 7,5 milioni di unità per l'intero 2005.
Un comparto, secondo
Idc, penalizzato non da scarsità nell'innovazione tecnologica bensì dall'assenza
di una vera killer application in grado da fare da volano sulle
vendite.

Idc sottolinea comunque come, soprattutto in ambito aziendale,
si sia in qualche misura rinverdita l'awareness sui prodotti Palm e molti
utenti, che fino a non molto tempo fa utilizzavano i dispositivi Tungsten, hanno
trovato naturale il passaggio ai nuovi Treo.

Per quanto riguarda la
classifica dei fornitori, dunque, Palm resta al primo posto, con il 45,6% del
mercato, seguita da Hp con il 20,8% e Dell con l'8%.

Buona la crescita su
base sequenziale, guidata dalla stagionalità e dalle vendite abbinate: Gps,
Wi-Fi e multimedia sono elementi che aggiungono valore alle semplici
funzioni Pim normalmente utilizzate e oggi disponibili anche suitelefoni
cellulari di classe superiore.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here