Home Cloud Ovhcloud aggiunge la compatibilità con S3 API all’offerta Object Storage

Ovhcloud aggiunge la compatibilità con S3 API all’offerta Object Storage

Ovhcloud offre una gamma di soluzioni di storage in grado di soddisfare le aspettative e le richieste di scalabilità. Data la crescita esponenziale del volume di dati anno dopo anno, le architetture originarie del Cloud si basano essenzialmente su dati non strutturati. Per rispondere a questa domanda, Ovhcloud fornisce ora un’esperienza unica e trasversale grazie alla nuova gamma High-Performance Object Storage e Standard Object Storage.

Ovhcloud High-Performance Object Storage: più funzioni, più aree geografiche

La soluzione High-Performance Object Storage di Ovhcloud, pensata per le app più esigenti, si basa su S3 API e combina affidabilità e performance. Lanciata a inizio 2022 come soluzione a elevata scalabilità, High-Performance Object Storage prosegue nella sua evoluzione ed è ora in grado di supportare crittografia e Object Lock. Ovhcloud ha inoltre ampliato le proprie aree di attività grazie all’aggiunta di un nuovo datacenter in Francia, a Gravelines (GRA), e al lancio nei mercati in Nord America, prima a Beauharnois (BHS) in Canada, seguito poi da due datacenter negli USA.

Standard Object Storage: il miglior rapporto prezzo/prestazioni, ora compatibile con S3

Per risolvere le esigenze di archiviazione dati senza rinunciare alla performance, il Gruppo ha lanciato Ovhcloud Standard Object Storage. Disponibile ora tramite S3 API, Standard Object Storage è facile da usare e si integra perfettamente nel flusso di lavoro del cliente contribuendo a un Cloud completamente reversibile. Al centro di storage Ovhcloud, Standard Object Storage si distingue per il suo rapporto prezzo/prestazioni, con un costo mensile di 7,00 euro per terabyte. Con l’obiettivo di assicurare costi prevedibili, l’offerta include il traffico dati interno ai server Ovhcloud.

Standard Object Storage è già disponibile in Francia nei datacenter di Gravelines (GRA) e lo sarà a ottobre in quelli di Strasburgo (SBG) e a novembre a Roubaix (RBX). A dicembre l’offerta verrà lanciata anche in Germania presso il datacenter di Francoforte (LIM) e nel Regno Unito a Erith (ERI). In Nord America l’offerta sarà disponibile in Canada (BHS) a ottobre e negli USA a novembre, presso i datacenter sia di Vint Hill (VH) sia di Hillsboro (HB).

John Gazal OVHcloud
John Gazal

I dati sono al centro del nostro mondo digitale, sia per le applicazioni aziendali, sia per i contenuti on-demand o di IA. Le soluzioni storage di Ovhcloud supportano il ciclo di vita dei dati e sono progettate per essere solide, altamente efficienti ed estremamente competitive. Inoltre, sono universali, grazie all’utilizzo di standard di mercato globalmente riconosciuti, consentendo così l’adattamento a diversi casi d’uso e lo sviluppo di applicazioni cloud native”, ha dichiarato John Gazal, Vice President Southern Europe e Brasile di Ovhcloud.

File Storage: l’evoluzione del servizio NAS-HA

Per soddisfare le esigenze di archiviazione ad alta disponibilità dei dati strutturati, Ovhcloud sta sviluppando ulteriormente il suo servizio di file storage con ridondanza NAS-HA, particolarmente utile negli ambienti virtualizzati o per le piattaforme collaborative. Integrato in modo trasparente nell’ecosistema Ovhcloud, NAS-HA è totalmente gestito e si basa sulla tecnologia OpenZFS con supporto dei protocolli NFS e CFIS. Con un’interfaccia utente completamente rinnovata, NAS-HA è progettato su dischi SSD. I livelli di storage vanno da 3 a 144 TB con una tariffa mensile che parte da 159 euro per 3 terabyte[2], senza alcuna limitazione di traffico (in/out). L’offerta è disponibile in Francia (RBX e SBG) e Canada (BHS).

Cold Archive: archivio dati sicuro e a lungo termine

Nel corso dell’anno Ovhcloud lancerà un nuovo servizio di storage, Cold Archive, una soluzione iper-resiliente a un prezzo molto competitivo. Questo servizio, insieme a Standard Object Storage, consentirà alle aziende di archiviare a lungo termine i cosiddetti “dati Id co-lanciati a inizio 2022”, beneficiando della massima sicurezza e affidabilità. Il servizio si basa su:

  • 4 piccoli datacenter situati in Francia con almeno 200km di distanza tra un sito e l’altro. Grazie all’interconnessione di ogni sito, viene garantito un livello permanente di backup con meccanismi di ridondanza, a supporto di qualsiasi tipo di situazione.
  • Una soluzione di archiviazione resiliente basata su nastro, sviluppata in collaborazione con IBM e Atempo. In questo modo i clienti avranno a disposizione una soluzione di archiviazione ultra-sicura a lunghissimo termine con due vantaggi: un elevato livello di sicurezza e un basso consumo energetico nel momento in cui i dati vengono registrati su nastri che passano offline.

Focus sulle performance: Block Storage adotta NVMe Over Fabric

Block storage è l’ideale quando si parla di elaborazione transazionale e database, in quanto favorisce la velocità e si adatta alla scalabilità.  Una delle funzioni a disposizione è la possibilità per i clienti dei servizi Kubernetes gestiti da Ovhcloud di archiviare i dati di questi microservizi all’interno dell’offerta.

La gamma di Block Storage includerà presto una soluzione in grado di supportare NVMe Over Fabric. Con l’utilizzo di SSD NVMe e del protocollo NVMe, la miglior prestazione possibile sarà garantita. Sulla base degli sviluppi di EXTEN, Block Storage Exten beneficerà di prestazioni superiori a 50K IOPS e sarà in grado di saturare connessioni di rete a 100 Gbps. La versione Beta è prevista per la fine dell’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php