Operating System 10: Dell oltre il concetto di networking

È progettato per portare nuovi livelli di flessibilità e programmabilità nei grandi datacenter l’Operating System 10 di Dell Networking annunciato da Dell, intenta a disaggregare il software di rete per estendere la funzionalità dei moderni centri di elaborazione dati.
Obiettivo: offrire ai clienti maggiore scelta sulle modalità d’uso del software nelle loro operazioni It in un’epoca, quella dei datacenter definiti da software, in cui non solo per la rete, ma anche negli elementi di calcolo e di storage è richiesto un approccio diverso alle operazioni.

Nuovi benchmark di open software modulare

Da qui l’offerta di un nuovo software disaggregato il cui modulo di base, disponibile a titolo gratuito dal prossimo marzo, utilizza un sistema open source basato su Linux per offrire portabilità e un ricco ambiente di sviluppo delle applicazioni.
In questo modo diventa possibile beneficiare di una comunità aperta, migliorando programmabilità, portabilità e flessibilità delle applicazioni basate su Linux, mentre la Switch Abstraction Interface di Open Compute Project utilizzata a livello inferiore dal modulo base OS10 consente di utilizzare un linguaggio comune tra i sistemi operativi della rete dei vendor e il chip che risiede nello switch fisico, per una programmazione più capillare degli switch.
A loro volta, ancora in fase di beta testing e posizionati sopra la modulo base, i diversi moduli applicativi opzionali sviluppati da Dell e da altri produttori, consentiranno ai clienti di personalizzare le loro operazioni It per differenti casi d’uso e processi operativi grazie ad applicazioni native di Linux e open source quali Ip, servizi di fabric e di sicurezza uniti a strumenti di management e di automazione.

Verso nuovi modelli di consumo

Per i clienti che, sempre più spesso, puntano a progettare applicazioni e datacenter che coprano ambienti server, storage e networking invece di un unico silo alla volta, la base Linux non modificata di OS10 offre una serie di vantaggi proponendosi, allo stesso tempo, anche agli operatori di rete tradizionali, in cerca di un mezzo di programmazione convenzionale e alle community di DevOp, interessate a un ambiente di sviluppo comune e omogeneo che copra gli elementi server, storage e networking.
Per tutti, quanto il sistema viene esteso, OS10 promette un’aggiornata base di partenza per rinnovare le infrastrutture di rete e datacenter fornendo un’esclusiva piattaforma di sviluppo che consente di prototipare soluzioni personalizzate in tempi rapidi riducendo, di fatto, i tempi di produzione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here