Openwave contro gli abusi wireless

La società propone un gateway di servizi per prevenire gli attacchi sulle piattaforme di messaggistica mobile.

Openwave, specialista delle soluzioni di sicurezza per i sistemi di messaggistica, ha rilasciato il software anti abuso Openwave Edge Gx 2.0. Il pacchetto è un gateway di servizi per la prevenzione degli abusi sulle piattaforme di messaging mobile, per servizi quali e-mail, mms (multimedia messaging service), sms (short messaging service) o mobile e-mail.


Il prodotto include la tecnologia Ssi (shared server intelligence), che mette in sicurezza l’intera rete di messaging nel momento stesso in cui si verifica l’attacco, coprendo quindi le vulnerabilità delle altre soluzioni anti-spam e antivirus.


«Il 70% dei messaggi che riceviamo quotidianamente - sottolinea Johan Othelius, area vice president, Marketing e Partner Development Emea di OpenWave - è rappresentata da messaggi spam, che comportano costi consistenti in termini di fastidi e di tempo perso ad aprire e cancellare le e-mail. Se teniamo conto di tutti i messaggi di questo tipo che riceviamo, ci rendiamo conto della necessità di dotarsi di strumenti anti abuso».


Accanto alle minacce tradizionali, inoltre, crescono le nuove frodi, come il phishing, con il quale si simulano e-mail o siti Web di banche e istituti di credito, per carpire le informazioni sul profilo finanziario del cliente.


«Cresce, inoltre - tiene a precisare Othelius - il voice spamming e, più in generale, si moltiplica il numero di attacchi, con una gamma sempre più ampia di punti di ingresso, come i mobile virus via Bluetooth. L’onere di prevenire l’attività di hacker e spammer compete, in questi casi, soprattutto all’operatore».


I service provider potranno utilizzare il pacchetto per gestire e organizzare i messaggi di posta elettronica che gli utenti potranno, a loro volta, classificare come indesiderati, irregolari o prioritari. Edge Gx 2.0 introduce un nuovo modello di e-mail certificata e integra le policy di utilizzo ammesso, che vengono definite dagli operatori, arrestando virus e messaggi spam prima che possano entrare in rete.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here