Oblix integra funzionalità di controllo degli accessi negli application server Bea

La società Oblix ha reso disponibile un plug-in software che punta alla piena integrazione della sua soluzione per il controllo degli accessi all’interno di WebLogic, la piattaforma di application serving di Bea Systems.

La società Oblix ha reso disponibile un plug-in software che punta alla piena integrazione della sua soluzione per il controllo degli accessi all'interno di WebLogic, la piattaforma di application serving di Bea Systems. NetPoint Bea Ready Realm, questo il nome della soluzione, offre funzionalità di gestione delle identità-utente e di sign on universale che potranno essere a loro volta inserite nelle applicazioni sviluppate in linguaggio Java 2 Enterprise Edition (J2Ee) per i server Bea. Questa combinazione offre ai responsabili dei sistemi informativi aziendali un buon compromesso di sicurezza e flessibilità nello sviluppo di applicazioni basate su Web.
Le aziende che si servono di questo tipo di applicazioni in ambiente WebLogic potranno centralizzare in unico punto le funzioni di controllo degli accessi e anche dal punto di vista operativo sarà possibile concentrare all'interno di una singola applicazione diversi comandi di access management relativi a singoli utenti o gruppi. In precedenza, sottolinea Oblix, i programmatori dovevano ricorrere al Java Software Development Kit e a una serie di Api Java integrate a livello del server applicativo. Oggi, lo sviluppatore può continuare a fare riferimento alle normali Api di sicurezza predisposte da Bea e quando le applicazioni così sviluppate verranno fatte girare sul server, NetPoint Bea Ready Realm provvederà a ridirigere le chiamate di funzione automaticamente verso NetPoint.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here