Home Cloud Nutanix, tutto sulla nuova Cloud Platform

Nutanix, tutto sulla nuova Cloud Platform

Nutanix ha annunciato nuove funzionalità per la Cloud Platform, incluso il lancio della versione 6 del software AOS, per aiutare le aziende a creare moderni data center software-defined e a velocizzare l’adozione del multicloud ibrido.

Grazie a queste novità, secondo Nutanix, le aziende beneficiano di funzioni integrate di networking virtuale, disaster recovery avanzato e sicurezza Zero-Trust semplificata che, altrimenti, richiederebbero hardware, software e competenze specializzate. E in virtù della natura integrata della piattaforma cloud di Nutanix, tutte le funzionalità sono gestite attraverso un’unica interfaccia, riducendo significativamente i costi operativi.

Nutanix, Virtual Private Cloud semplificato attraverso l’hybrid multicloud

Nutanix AOS 6 ora offre Flow Networking, un’offerta di virtualizzazione della rete per l’hypervisor AHV, che permette ai clienti di semplificare il networking grazie alla gestione da un’unica interfaccia software-defined.

Aziende e service provider possono ora creare facilmente cloud privati virtuali per offrire ai loro utenti un’agilità simile al cloud, riducendo la dipendenza da switch e router hardware.

Inoltre, Flow Networking garantisce funzionalità di VPN che permettono ai clienti di collegare ed estendere le loro reti virtuali a qualsiasi infrastruttura cloud pubblica e privata. La capacità di fornire connettività cloud su richiesta, senza bisogno di appliance fisiche dedicate e di altre configurazioni complesse, riduce ulteriormente i costi e semplifica le attività dei clienti.

Accesso esteso a nuove funzionalità di business continuity e distaster recovery di classe enterprise

I clienti che utilizzano Nutanix Cloud Platform con AOS 6, avranno accesso a nuove funzionalità di Business Continuity e Disaster Recovery (BCDR), prima disponibili solo in soluzioni specializzate. Il software AOS 6 integra la possibilità di sfruttare il cloud pubblico come sito secondario, il supporto di funzionalità integrata di metro-cluster per l’hypervisor AHV, che consente il failover automatico in caso di emergenza, e funzionalità di crittografia end-to-end per il traffico disaster recovery.

Inoltre, una nuova dashboard per il DR fornisce una visione completa della configurazione del disaster recovery dei clienti e dello stato dei siti primari e secondari. Grazie a queste funzionalità, le aziende non devono più utilizzare hardware e software DR dedicati, beneficiano di una riduzione dei costi di licenza e di tempi di recupero inferiori, possono semplificare le operations ed eliminare costosi siti secondari hot-standby per garantire una rapida disponibilità. Tutto ciò permette alle aziende di medie dimensioni, che non dispongono del budget o delle competenze necessarie per implementare solide funzionalità DR, di migliorare la protezione da possibili disastri.

Policy automatizzate per una sicurezza Zero-Trust

Sempre più aziende adottano un approccio Zero-Trust alla sicurezza, ma lo sviluppo di policy che siano efficienti ed efficaci può essere complesso, in particolare per gli ambienti che si estendono su cloud pubblici e privati. Le nuove e innovative funzionalità di Nutanix Cloud Platform, come parte della piattaforma SaaS Flow Security Central, rispondono a tale problematica, creando automaticamente policy di microsegmentazione in Flow attraverso un motore di pianificazione basato sul machine learning che analizza il traffico di rete e suggerisce le policy di sicurezza per proteggere i carichi di lavoro delle macchine virtuali da potenziali attacchi.

Inoltre, Nutanix Cloud Platform fornirà l’integrazione con l’avanzata soluzione di Qualys per il rilevamento e la risposta alla gestione delle vulnerabilità (VMDR) per consentire ai clienti di semplificare l’applicazione delle patch di sicurezza grazie a funzionalità di rilevamento delle minacce incentrato sulla virtual machine e di visualizzazione del rischio di vulnerabilità.

La protezione migliorata fornita da Nutanix Files consentirà di rilevare e prevenire oltre 4.000 attacchi noti di ransomware con la possibilità di fornire nuove protezioni in modo dinamico. Infine, i prodotti Nutanix AOS, AHV e Files sono stati approvati e inseriti nell’elenco dei prodotti approvati (APL) del Department of Defense Information Network dopo aver completato con successo i rigorosi test in termini di cybersicurezza e interoperabilità.

Da Nutanix maggiori prestazioni per i carichi di lavoro database e big data

I clienti che desiderano modernizzare la loro infrastruttura IT ed eseguire database su larga scala, potranno farlo facilmente senza richiedere complesse modifiche alla configurazione dello storage dei loro database, con un conseguente aumento delle prestazioni. Inoltre, i clienti beneficeranno di una latenza inferiore dello storage sfruttando i progressi fatti in ambito hardware, come la tecnologia Intel Optane combinata con la funzionalità di posizionamento preferenziale dei dati di Nutanix.

Inoltre, Nutanix ha semplificato l’esecuzione di carichi di lavoro di analisi dei dati, compresi i carichi di lavoro Hadoop e SAS Grid. Una nuova modalità di storage RF (Replication Factor) integrata nella piattaforma Nutanix permette un’elaborazione dei dati fino a 3 volte più veloce, riducendo di conseguenza i costi. Infine, Nutanix Objects, la soluzione per lo storage di oggetti compatibile con il servizio di storage Amazon S3, supporta lo storage ad alte prestazioni (petabyte), per la creazione di data lake. I clienti che lavorano con le moderne applicazioni di analisi, come Apache Spark, beneficeranno di un notevole aumento delle prestazioni delle query e dell’elaborazione di batch di grandi dimensioni con Amazon S3 Select e il supporto ottimizzato per Amazon S3A.

Scaling e governance dello storage semplificati per i database

Era, il servizio per la gestione di database offerta da Nutanix, gestisce le più note librerie di database, come ad esempio PostgreSQL, MySQL, Microsoft SQL Server e Oracle Database, in ambienti multicloud ibridi. Grazie a Era, i clienti potranno rapidamente ridimensionare lo storage online di database con un solo clic invece che in giorni o settimane. Inoltre, i clienti potranno facilmente implementare le loro policy di sicurezza e conformità grazie al supporto per il controllo degli accessi basato sui ruoli, così come condividere in modo sicuro l’accesso ai database e le attività di gestione degli stessi. Infine, Era supporterà capacità di failover per più regioni, offrendo una maggiore resilienza grazie a un Database-as-a-Service altamente disponibile.

Mobilità e governance per dati non strutturati tra i cloud

Nutanix ha annunciato Nutanix Data Lens, un nuovo servizio cloud progettato per consentire ai clienti di gestire la crescita di dati non strutturati e proteggerli. Fornendo una visione globale con informazioni dettagliate sui dati non strutturati memorizzati nel servizio di unified storage di Nutanix – sia on-premise che nel cloud pubblico – inclusi tipologie di accesso, aging e tipologia di dati e altro ancora, Nutanix Data Lens semplifica la gestione del ciclo di vita dei dati così come fornisce protezione contro attacchi ransomware, rilevando e bloccando file sospetti e segnalando attività anomale.

Inoltre, Nutanix permette ai clienti di gestire la crescita di dati non strutturati, con supporto nativo per l’attività di tiering verso Nutanix Objects, AWS S3 e la soluzione di storage a oggetti Azure Blob, così come di gestire il disaster recovery per la condivisione dei file su Nutanix Files con un RPO (Recovery Point Objective) di 1 minuto e ripristino automatico.

Le nuove funzionalità di Nutanix Era sono già disponibili per i clienti. Il supporto esteso per database e applicazioni big data in Nutanix Cloud Platform e le funzionalità di gestione per i dati non strutturati sono attualmente in fase di sviluppo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php