Nuovo record storico per il mercato dei chip

L’insaziabile fame di componentistica per computer e altri dispositivi elettronici digitali spinge i volumi di fatturato dell’industria dei semiconduttori ai limiti storici dei 17,3 miliardi di dollari accumulati nel mese di luglio su scala mondiale. L …

L'insaziabile fame di componentistica per computer e altri
dispositivi elettronici digitali spinge i volumi di fatturato
dell'industria dei semiconduttori ai limiti storici dei 17,3 miliardi
di dollari accumulati nel mese di luglio su scala mondiale. Lo
riferisce la Semiconductor Industry Association di San Jose,
California, pubblicando anche il confronto con il mese di luglio
1999, quando i fatturati ammontavano ad "appena" 11,5 miliardi di
dollari. Secondo la Sia il forte incremento è dovuto alla maggior
richiesta di componenti nei comparti delle infrastrutture per
Internet e delle comunicazioni cellulari. I mercati dell'Asia
Pacifico e Giappone hanno registrato una crescita del 57,3% rispetto
allo scorso anno, contro il 46,1% delle Americhe e il 46,5%
dell'Europa. In proiezione, Sia calcola che l'aumento su base annua
sarà del 31% relativamente al 2000. Dalle valutazioni di Cahners
In-Stat Group, una società di ricerche specializzata, emergerebbe un
trend di aumento sostenuto dai valori della crescita economica
globale pari a un tasso del 16,2% anno su anno, nel quinquennio dal
1999 al 2004. Per allora l'industria del chip incasserà un volume di
316 miliardi di dollari, anche se a partire dal 2002 il passo
trionfale della domanda subirà i primi rallentamenti a causa di
fenomeni come l'outsourcing, il consolidamento o la virtualizzazione
della supply chain.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome