Nuovi supercluster per Nec

Aggiornati i sistemi di High performance computing per l’industria e la ricerca.

Nec ha ampliato le capacità dei server cluster Lx Series in termini di prestazioni, scalabilità e disponibilità, con una contemporanea riduzione di energia e spazio. Con il nuovo server Hpc 144Rc-1 i nodi di calcolo sono costituiti da componenti ad alta efficienza, essendo state integrate due motherboard all'interno di un'unica unità rack.

Nel complesso il server ha 16 single core in un solo alloggiamento 1U. Il cuore del server comprende due motherboard da 2 processori della serie Harpertown (Quad-Core Intel Xeon Series 5400). Nell'allestimento massimo sono configurabili due memorie Ram da 32 Gb. E con la tecnologia ScaleMp i 64 Gb possono essere utilizzati in parallelo come memoria condivisa da tutti e 16 i single core, ottenendo quindi un server Smp con un rendimento massimo teorico superiore a 200 gigaFlop.

Un'ulteriore novità è data dall'integrazione di un server Nec ad alta disponibilità come master node nel cluster Hpc. Così il benchmark di disponibilità operativa del server, fa sapere la società, supera il 99,999%. In pratica gli utenti possono attendersi downtime non pianificati inferiori ai 5 minuti all'anno, compresi i tempi necessari per la riparazione, gli upgrade e la manutenzione generale.

Oltre alle più importanti distribuzioni Linux, la serie Lx è ora configurata anche con Microsoft Hpc Server 2008.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here