Nuove soluzioni da Amd, ma senza trascurare il software

Con la nuova suite di prodotti, la società inaugura una strategia di mercato fondata sulla diffusione di pc personalizzati realizzati in base alle caratteristiche degli utenti

settembre 2008

Ci sono novità importanti sul piatto di Amd. La società ha da poco rilasciato due nuove famiglie di processori: Phenom X3 e X4 (a 3 e 4 core) e nuovi sottosistemi grafici. Ha anche rivisto il proprio approccio al mercato e studiato un software per mettere in vetrina il valore delle architetture. Ci ha parlato delle novità Giuseppe Amato, technical director sales & marketing Emea di Amd, in occasione di un incontro a Dresda, sede di uno dei principali stabilimenti di produzione, nel quale si sta preparando la critica transizione al nuovo processo di produzione da 45nm. «Siamo i primi al mondo - dichiara Amato - ad avere una Cpu triplo-core (X3, Intel ne ha a 2 o 4 - ndr), scelta che ci consente di articolare meglio la nostra gamma di Cpu in termini di capacità e di prezzo». Grazie al triplo core, Phantom X3 può offrire il 30% in più di prestazioni, con sovrapprezzo di 5 dollari rispetto alle Cpu Amd Athlon dual core.

La nuova gamma di Cpu quad-core comprende sia componenti per uso professionale, a basso consumo energetico, sia “black editino” per i reseller che cercano componenti da elaborare con l’overclocking.
Sul fronte della grafica, la prima novità è la Gpu Radeon Hd3830, che offre livello di prestazioni intermedio tra le linee 3600 (multimedia mainstream) e 3800 (enthusiast). La seconda è una scheda per uso esclusivamente professionale, Ati FireGl V7700, adatta per soluzioni di Cad 3D e di imaging medico.
I nuovi prodotti rispondono a una diversa strategia d’approccio al mercato. «Ci siamo resi conto che i pc devono avere caratteristiche diverse per diverse categorie di utenti - spiega il manager -. Le implicazioni le abbiamo spiegate in occasione dei Solution Tour».

Quali sono le categorie che Amd ritiene più interessanti?
«Da una parte le persone che usano il pc per gestire contenuti multimediali ad alta definizione, in crescita con la diffusione del Blue Ray e delle videocamere Hd. Dall’altra, quelle che giocano con il pc, l’80% in rete, e che richiedono piattaforme con un’ottima grafica, piuttosto che con tantissima potenza. C’è poi il pc al femminile: social network e comunicazione hanno avvicinato le donne ai computer».
Con lo sviluppo di opzioni più articolate diventa anche più difficile giustificare all’utente le differenze di prezzo e di valore. Amd ha affrontato il problema con Live Explorer: un software per la ricerca e la visualizzazione dei contenuti multimediali sul pc, progettato per sfruttare al massimo grafica e Cpu.
«Con Live Explorer - conclude Amato -, le differenze tra i pc si vedono ed è, quindi, più facile giustificare quelle di prezzo». Il tool è preinstallato dagli Oem ed è scaricabile dal sito www.amdlive.com.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome