Nuova linfa dalla Rete per Sony

Che cosa può fare un gigante dell’elettronica di consumo come Sony quando il suo titolo in Borsa comincia a dare qualche segno di stanchezza? Imboccare la strada maestra di Internet, ovviamente. Norio Ohga e Noboyuki Idei, cioè il preside …

Che cosa può fare un gigante dell'elettronica di consumo come Sony quando
il suo titolo in Borsa comincia a dare qualche segno di stanchezza?
Imboccare la strada maestra di Internet, ovviamente. Norio Ohga e Noboyuki
Idei, cioè il presidente e il responsabile operativo del gruppo, hanno dat
o
appuntamento a Tokyo alla stampa e agli analisti per discutere, insieme
alle previsioni sul fatturato, i dettagli della nuova strategia aziendale e
dei futuri piani di sviluppo. Sono due le voci in cima alla lista
dell'ordine del giorno: la nuova piattaforma ludica PlayStation 2 (720mila
pezzi venduti nei primi tre giorni, seguiti però dalla segnalazione di
qualche imbarazzante intoppo tecnico) e le attività su Internet. In casa S
ony c'è bisogno di nuovi stimoli. Sulla piazza di Wall Street il titolo,
che neg
li ultimi tempi era passato dai deludenti 90 dollari del giugno '99 agli
oltre 300 dollari di febbraio, ha subito un nuovo scivolone e oggi vale
intorno ai 260 dollari. Anche se il 19 maggio prossimo è in programma uno
split azionario che spiega in parte la contrazione, insieme alle vendite
successive agli aumenti fatti registrare in occasione del lancio di
PlayStation 2, gli analisti si attendono dal fronte Internet parecchie
sorprese e c'è chi prevede la possibilità di arrivare a 400 dollari. Res
ta
però da vedere se il marchio normalmente associato a beni come i televisor
i
Trinitron o ai Walkman, riuscirà a essere identificato come quello di una
"Internet company". E le opinioni non sono tutte ottimistiche.
Per presentarsi nel migliore dei modi nella sua nuova veste, Sony pensa per
esempio di inaugurare il prossimo anno una banca online. Secondo la stessa
Bloomberg all'iniziativa dovrebbe partecipare il gruppo bancario Sakura,
quinto in ordine di grandezza in Giappone, che è in trattativa con Sony pe
r
acquisire fino al 20% del futuro istituto. Tra i temi in discussione a
Tokyo c'è anche la ristrutturazione di Sony Electronics of America,
annunciata in queste settimane. A questo proposito Sony ha già fatto saper
e
di essere intenzionata ad agire in tempi rapidi per catturare le nuove
opportunità di mercato derivanti dalla sua trasformazione in una azienda
per l'intrattenimento a larga banda. I piani prevedono per esempio
l'apertura di canali di commercio elettronico, il lancio di dispositivi
palmari con nuove funzionalità audiovisuali e iniziative non strettamente
connesse a Internet come una joint venture con Philips per lo sviluppo di
chip multimediali da utilizzare in prodotti come videoregistratori e
televisori digitali, reti casalinghe e set-top box.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome