Home Prodotti Storage Nuova architettura per gli hard disk flash di Western Digital

Nuova architettura per gli hard disk flash di Western Digital

Western Digital ha annunciato una nuova architettura drive basata su tecnologia Flash che intende superare i tradizionali limiti dello storage.

La nuova architettura di storage con tecnologia OptiNAND ottimizza e integra le unità HDD con la tecnologia flash iNAND.

Una innovazione che offre a  clienti – come cloud hyperscale, Content service provider, aziende, partner di video sorveglianza smart, fornitori di Nas, la soluzione ieale per soddisfare le nuove esigenze determinate dalla crescita esponenziale di dati fornendo la capacità di spazio, il livello di performance e l’affidabilità necessaria per archiviare una vasta quantità di dati anche in futuro.

Capaci di sfruttare tecnologie che includono l’attuatore a triplo stadio (TSA) e la tecnologia HelioSeal, i nuovi prodotti basati sull’innovativa architettura saranno capaci di offrire 2.2 TB di spazio per piatto magnetico, ampliando lo spazio offerto dalla tecnologia ePMR.

Western Digital, ha già distribuito a un numero selezionato di clienti alcuni campioni delle nuove unità a nove dischi da 20TB basate su flash ePMR con tecnologia OptiNAND.

HDD Flash con tecnologia OptiNAND

A differenza di un’unità ibrida dove la tecnologia flash viene utilizzata per memorizzare i dati dell’utente, la nuova architettura rivoluziona lo storage, introducendo progressi su più fronti nella capacità di storage.

Con l’aggiunta della tecnologia iNAND integrata verticalmente nelle sue unità HDD  di punta, e con migliorate innovazioni nell’algoritmo del firmware e nel SoC sia sull’HDD che sull’iNAND, le unità flash di Western Digital con tecnologia OptiNAND offrono le migliori capacità, livelli di performance e affidabilità per aiutare i clienti a soddisfare le crescenti esigenze di storage.

L’unità funziona in maniera più smart, con migliorati algoritmi del firmware che si avvantaggiano dei metadati estesi, scaricati sulla tecnologia iNAND. Questo consente più tracce per pollice (TPI) aumentando di conseguenza la densità areale.

La latenza dell’unità è migliorata grazie alle proprietarie ottimizzazioni a livello del firmware dell’unità che prevedono la richiesta di un minor numero di refresh delle interferenze delle tracce adiacenti (ATI) e la riduzione della necessità di flush della cache di scrittura nella modalità abilitata alla scrittura.

Può essere conservata una quantità di dati superiore di quasi 50 volte nel caso di uno scenario di spegnimento di emergenza (EPO), e grazie alle potenzialità uniche di Western Digital nell’offerta di soluzioni integrate verticalmente, nello sviluppo, nella progettazione, nel test e nella qualificazione delle unità flash-enhanced, i clienti possono contare sull’affidabilità dell’unità.

La nuova architettura basata su flash con tecnologia OptiNAND sarà disponibile per tutte le unità e piattaforme di archiviazione in portfolio. Servirà anche come base per progetti e innovazioni future, con ulteriori progressi in termini di intelligenza, affidabilità, capacità e valore time-to-market. L’azienda comincerà ad annunciare prodotti specifici per il mercato e costruiti su misura per il suo portfolio nel corso di quest’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php