Home Digitale Nuova Adobe Creative Cloud, più collaboration e intelligenza artificiale

Nuova Adobe Creative Cloud, più collaboration e intelligenza artificiale

Adobe MAX, la conferenza per i professionisti creativi, quest’anno è un evento solo virtuale ma non per questo meno denso di novità e di contenuti interessanti: anzi, dalla sua esperienza tutta digitale arrivano numerosi e importanti aggiornamenti per la Creative Cloud e i suoi strumenti, sia per il desktop che per i dispositivi mobili.

Oltre alle novità che inevitabilmente conquistano la luce dei riflettori, ci sono poi, assicura Adobe, centinaia di miglioramenti nei software e nei servizi.

Photoshop e Lightroom

Partiamo da una delle colonne portanti della Creative Cloud, il re del fotoritocco: Photoshop. Il nuovo pannello Discover aiuta nei momenti di impasse nell’applicazione: utilizza il motore di intelligenza artificiale Adobe Sensei per consigliare i passi successivi in base a dove l’utente si trova in un progetto. Consente di proseguire passo dopo passo attraverso un tutorial che spiega come ottenere ciò che si sta cercando o, in alcuni casi, di fare clic su un’azione rapida automatica che fa tutto il lavoro al posto nostro.

Photoshop

Non è questo l’unico contributo dell’intelligenza artificiale al funzionamento delle nuove release di Photoshop per desktop e per iPad. Oltre al pannello Discover, ci sono altre quattro nuove funzioni potenziate da Adobe Sensei.

I Neural Filter, ha spiegato Adobe, fanno parte di una nuova piattaforma di machine learning che si evolverà e migliorerà nel tempo e rappresentano un importante passo avanti nella creatività basata sull’intelligenza artificiale, l’inizio di una completa re-immaginazione dei filtri e della manipolazione delle immagini all’interno di Photoshop. Questa prima versione arriva con una serie di filtri, alcuni dei quali ancora in fase beta.

Adobe Photoshop

La nuova funzione Sky Replacement di Photoshop separa in modo intelligente il cielo dal primo piano e consente di creare in pochi clic immagini d’effetto con cieli spettacolari e dinamici. Poi, sono in arrivo anche due nuovi miglioramenti di Refine Edge Selections, anch’essi basati sull’intelligenza artificiale, oltre a molte altre novità che migliorano la produttività quotidiana.

Le persone creative, sottolinea Adobe, imparano meglio guardando come lavorano gli artisti che stimano, osservando ciò che fanno e come lo fanno. Questo tipo di “apprendistato dal vivo” viene ora reso possibile in modalità digitale e su vasta scala, con l’opportunità di effettuare (e seguire) live stream da Photoshop, Illustrator e Fresco. Gli utenti possono anche scoprire migliaia di live stream di professionisti creativi al lavoro, su Behance.

Anche per Lightroom, l’app professionale per l’editing, l’organizzazione e la condivisione delle immagini digitali, Adobe aiuterà gli utenti a connettersi e imparare da altri fotografi. Sarà infatti possibile seguire il lavoro di un fotografo che si ammira, vedere le modifiche che ha utilizzato per produrre una immagine di qualità professionale e persino salvare tali modifiche come preset da utilizzare per i propri scatti.

Nuova Creative Cloud

La produttività non dipende solo dai singoli strumenti ma dall’intero flusso di lavoro. Inoltre la creatività stessa, sottolinea Adobe, non è più un’attività individuale ma richiede di lavorare insieme ad altre persone, necessita di collaborazione, e la pandemia ha accelerato questa tendenza.

Di conseguenza, Adobe sta potenziando la collaboration per rendere Creative Cloud un sistema creativo che unisce persone e team, consentendo loro di condividere risorse e ispirazioni, di co-creare progetti senza soluzione di continuità, di raccogliere facilmente feedback e di produrre un lavoro unificato e armonioso in meno tempo e con meno sforzo. Il sistema creativo di Creative Cloud è costruito sulle fondamenta di Creative Cloud Libraries e documenti cloud.

Adobe Creative cloud

Adobe ha esteso le Creative Cloud Libraries oltre le applicazioni core ad Adobe Spark, l’app facile da usare per creare post social, pagine web e semplici video. Ciò consente ai team di professionisti della creatività di condividere le risorse con i colleghi di tutta l’azienda, come il team dei social media, assicurando che tutti lavorino con gli stessi loghi, componenti, colori e altro ancora.

Inoltre, i Design System in Adobe XD sono ora costruiti sulle librerie, un altro passo che rende più semplice far lavorare tutti i membri dei team con le stesse risorse. E con le open API è ora possibile accedere alle risorse della Creative Cloud Library in molte delle altre applicazioni che vengono utilizzate per rimanere organizzati, come Google Workspace, Visual Studio Code e Microsoft Teams.

Creatività su mobile targata Adobe

In occasione di Adobe MAX la società di San Jose ha lanciato l’attesa versione di Illustrator per iPad, che l’azienda definisce come il più significativo progresso di Illustrator dal 1987. Con questo lancio, e l’introduzione dei documenti cloud su Illustrator, l’app di illustrazione diventa un sistema flessibile e versatile: è possibile avviare un progetto sul desktop per poi riprendere il lavoro su iPad senza soluzione di continuità, da dove era stato lasciato. Illustrator su iPad ci è intuitivo, efficiente e anche divertente da usare.

Illustrator iPad

Adobe Fresco, l’app di disegno e pittura digitale già disponibile su iPad e su numerosi dispositivi Windows, tra cui Surface Pro Tablet e Wacom MobileStudio Pro, arriva ora anche su iPhone. Fresco è una app di disegno e pittura di livello professionale che salva il lavoro nel cloud, in modo da poter iniziare un progetto sullo smartphone e riprenderlo poi comodamente sull’iPad. E con il lavoro salvato in un documento cloud, non si rischia di perdere le proprie creazioni.

3D e creatività immersiva

3d

Con la pandemia che rende difficili o impossibili i servizi fotografici di persona, sottolinea Adobe, sempre più professionisti utilizzano strumenti di creatività 3D per produrre video, immagini di catalogo o scatti di prodotti per l’e-commerce. Un nuovo spazio di progettazione 3D in After Effects rende ora il lavoro con oggetti e scene 3D molto più facile e intuitivo.

Adobe

È stato anche esteso Adobe Aero, lo strumento per la creazione di esperienze interattive di realtà aumentata, dalle piattaforme mobili a un’applicazione desktop appena lanciata in beta pubblica. Adobe sta anche rilasciando regolarmente nuove funzionalità e integrazioni in Adobe Dimension e nella linea Substance di applicazioni per la progettazione di materiali e texture che rendono la creazione in 3D più potente ed efficiente.

Content Authenticity Initiative

Adobe ha offerto anche un aggiornamento sulla Content Authenticity Initiative, fondata con partner quali Twitter e il New York Times. Lo scopo dell’iniziativa è di creare una piattaforma aperta che terrà traccia delle informazioni essenziali su pezzi di contenuto come immagini o video, informazioni come chi li ha acquisiti e dove, e quali modifiche sono state fatte al contenuto. Queste informazioni garantiranno che i professionisti creativi ricevano il giusto credit per il loro lavoro e aiuteranno le persone che visualizzano un contenuto a giudicare se è affidabile.

Adobe ha annunciato che presto rilascerà la tecnologia che potenzia la Content Authenticity Initiative come beta privata all’interno di Photoshop. Sarà possibile visualizzare le informazioni raccolte sulle immagini su Behance.net e attraverso una nuova applicazione che verrà lanciata su contentauthenticity.org.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php