Lightning Engine, la biometria vocale di Nuance elimina la passphrase

Nuance Lightning Engine

Combina reti neurali di quarta generazione (DNN), biometria vocale e comprensione del linguaggio naturale (Nlu) per offrire nei canali vocali esperienze più personalizzate e vicine a quelle umane. Parliamo di Lightning Engine, il nuovo strumento di intelligenza artificiale di Nuance grazie al quale basta un unico comando fornito vocalmente a uno smart speaker, a un assistente virtuale o IVR per permettere al sistema di capire chi sta parlando e che cosa vuole. Il tutto in appena mezzo secondo.

Lightning Engine velocizza il riconoscimento

Fino ad ora, lo standard di settore relativo all'autenticazione di un utente tramite l'analisi della biometria vocale con una frase breve avveniva attraverso una elima la passphrase specifica. Lightning Engine dimezza le tempistiche della frase standard, consentendo alle organizzazioni di convalidare l'identità di una determinata persona attraverso espressioni naturali più velocemente rispetto all'orecchio umano.

Lightning Engine consente infatti agli utenti di impostare un profilo vocale univoco come parte della registrazione dell'account di un'organizzazione. Quando contattano quell'organizzazione attraverso un canale vocale tutto ciò che devono fare è parlare in modo naturale e la loro identità verrà confermata quasi immediatamente. Da quel momento inizia un'interazione personalizzata: non sono richieste password o domande basate sulla conoscenza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome