Novità Novell: Crm e servizi di directory per Linux

L’azienda prevede di lanciare una soluzione di e-provisioning per il Crm, facendo leva anche sulla consulenza fornita dal personale dell’acquisita Cambridge Technology Partners.

Novell prevede l'espansione del portafoglio di soluzioni per l'e-business con una serie di iniziative annunciate alla convention Brainshare 2002. I piani comportano l'introduzione di una soluzione di “identity provisioning” orientata alle gestione delle risorse umane e basata sulle piattaforme Erp Sap e sul software PeopleSoft, da rilasciare accanto a un'offerta abbinata per il mercato educational. Ma il futuro dell'e-business in casa Novell non si ferma qui. L'azienda prevede anche di lanciare una soluzione di e-provisioning per il Crm, che attingerà a prodotti Siebel e su PeopleSoft Vantive, oltre che sulla consulenza fornita dal personale di Cambridge Technology Partners, l'azienda rilevata da Novell lo scorso agosto. Non sono escluse analoghe iniziative rivolte alle soluzioni per la gestione della supply chain. Le soluzioni per il controllo delle identità e delle risorse assegnate a ciascun utente si basano sugli eDirectory di Novell e sull'applicazione DirXml, che estrae le informazioni di eDirectory integrandole con quelle relative alle applicazioni Microsoft Active Directory, Oracle, Sap e PeopleSoft. Le soluzioni Novell, create seguito alla fusione con Cambridge, rientrano nel quadro di una strategia di prodotto denominata Mercury, nella quale verranno articolate diverse offerte per i mercati verticali.

Contemporaneamente, Novell sta studiando con Ibm e Red Hat la possibilità di portare i servizi di directory e autenticazione anche verso l'ambiente Linux. Il vicepresidente di Novell, Chris Stone, non ha fornito ulteriori dettagli precisando però che Linux non dispone ancora di una propria piattaforma di directory e che questa lacuna deve essere colmata. Gli eDirectory sono compatibili con Linux ma Novell starebbe studiando una versione specifica per i server Ibm basati su Linux Red Hat.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here