Novell punta su Http per potenziare NetWare 5

Nelle prossime settimane, fra Networl+Interop di Las Vegas e BrainShare diCannes, Novell dettagliera le prossime evoluzioni del proprio sistema operativo di rete.

Saranno settimane intense, le prossime, per Novell. Prima Networld+Interop,
a Las Vegas, poi la propria manifestazione BrainShare, a Cannes, faranno da
palcoscenico agli annunci delle prossime evoluzioni di NetWare,
prevalentemente concentrate intorno alle tecnologie Web, a partire
dall'integrazione del protocollo Http. Questa evoluzione si cela dietro il
nome in codice di Cobra e intende, evidentemente, mettere a frutto la
precedente decisione di rimpiazzare il proprio Ipx con lo standard Ip.
L'accesso diretto al file system consentirà a utenti e Isv di accedere ai
servizi NetWare via Http (dunque via browser) in modo sicuro, senza
l'intermediazione di un Web server. Non è ancora chiaro se il "pacchetto"
Cobra sarà rilasciato gratuitamente o sotto forma di versione aggiornata
del sistema operativo. Di sicuro, il server Http sarà accompagnato da altr
e
integrazioni, che mettono a frutto le alleanze recentemente siglate da
Novell. Sarà possibile trovare, infatti, Oracle 8i e il software WebDb,
Netscape Enterprise Server e la suite Ibm WebSphere, nonché FrontPage
Extensions e WebDev di Microsoft.
Cobra richiederà, in linea di massima, il possesso del client NetWare,
anche se per certi specifici servizi sarà consentito l'accesso anche solo
via browser. In particolare, almeno all'inizio, il browser consentirà di
accedere alle funzioni-base di server management, mentre per attività
strettamente enterprise e per gli Nds, occorrerà il prodotto Java-based
ConsoleOne.
Non è ancora nota la data del rilascio di Cobra, ma sicuramente arriverà
prima dell'upgrade multiprocessore 6-Pack e, tantopiù, della versione a 64
bit Modesto, tarata sul rilascio di Merced. La prima sta per entrare in
fase di beta test e se ne prevede una disponibiltà in linea con Windows
2000.
Presto, invece, sarà rilasciata la Small Business Suite 5.0, aggiornamento
dei prodotti pensati per le aziende con meno di 50 utenti. VI saranno
inclusi, fra l'altro, NetWare 5.0, GroupWise 5.5, BorderManager, FastCache
3.0, ZenWorks Starter Pack 1.1, Netscape Enterprise Server e
VirusScan/NetShield di Network Associates.
Nel corso dell'estate, invece, Novell ha intenzione di presentare Virtual
Replica (Vr), una tecnologia di metadirectory per legare i dati Nds
all'interno delle grandi imprese. Con essa, nel setup, non saranno più
memorizzati in una directory "madre" i dati provenienti da varie altre
directory, ma verrà offerta una singola interfaccia che accede ai dati
dalle directory native. Il prezzo, stando a fonti interne, dovrebbe
collocarsi nei dintorni di quello della concorrente Entevo, il cui
DirectAdmin costa circa 20 dollari per postazione.
Fra le evoluzion attualmente allo studio nel centro di sviluppo di Novell,
si segnala un'ievoluzione di Internet Caching System, che potrà
interpretare il linguaggio Xml, in modo da offrire agli amministratori
maggior controllo su dove la cache è allocata. Il prodotto sarà anche in
grado di "transcodificare"; il che vuole dire che i dati vengono
memorizzati una volta sola nella cache, ma possono capire quale sia il
dispositivo da cui l'utente finale ha necessità di accesso. Se esso fosse,
per esempio, un Pda, i dati verrebbero transcodificatiin un formato solo
testo e poi rilasciati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here