Nortel Networks torna a licenziare

Nemmeno i positivi risultati finanziari hanno frenato il taglio di altri 5mila posti di lavoro

Nortel Networks ha centrato i suoi obiettivi di utile e
fatturato,
dopo averli rivisti per ben due volte al ribasso nel corso degli

ultimi mesi. Ci sono tuttavia poche ragioni di ottimismo perché il fornitore
infrastrutturale si è rifiutato di annunciare quali siano
le attuali
prospettive e pianificando, al contrario, un'ulteriore
fase di dismissioni:
dopo i 15mila licenziamenti annunciati a partire da febbraio, ora la lista delle
"cartoline rosa" (il comunicato di cessazione dei rapporti di lavoro in uso
negli Stati Uniti) si allunga di altri 5mila nomi. Nel trimestre appena
concluso, Nortel ha registrato una perdita netta di 2,58 miliardi di dollari,
contro quella di 730 milioni registrata nello stesso periodo di un anno fa.
Escludendo gli oneri straordinari, la perdita operativa è stata di 385
milioni di dollari. Il fatturato invece è diminuito solo leggermente,
passando da 6,32 a 6,18 miliardi di dollari anno su anno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome