Nokia fa meglio del previsto ma perde ancora

Una trimestrale con i Windows Phone sotto i riflettori per la casa finlandese, che resta comunque in perdita.

Meglio del previsto, ma in ogni caso in calo del 73% rispetto all'anno precedente.
Si chiude così, con un calo pesante negli utili, il quarto trimestre di Nokia.

La società, che proprio in questi giorni ha celebrato la vendita di 1,5 miliardi di telefoni della Serie 40, dal 1999 a oggi, da metà novembre fino a fine anno ha consegnato oltre 1 milione di Windows Phone.
Una cifra importante, che sancisce in ogni caso la convinzione con cui sia la casa finlandese sia Microsoft stanno portando avanti l'accordo sottoscritto ormai un anno fa.
Ma una cifra, va detto anche questo, non certo in grado di impensierire Apple, che nell'ultimo trimestre dell'anno ha venduto 37 milioni di iPhone, né Google con la sia piattaforma Android.

Tornando ai risultati, la società ha chiuso il trimestre con ricavi pari a 10 miliardi di euro, in calo del 10% rispetto all'anno precedente. Le perdite hanno toccato quota 1.07 miliardi di euro, a causa delle svalutazioni iscritte a bilancio, laddove nell'anno precedente era riuscita a mettere a segno utili per 745 milioni.

Le vendite di smartphone hanno toccato quota 19,6 milioni di unità, laddove gli analisti avevano attestato le loro stime a quota 18,5 milioni, in calo in questo caso del 31 per cento anno su anno.

Da parte sua, Microsoft ha contribuito al risultato con un pagamento di 250 milioni di euro, versati come parte dell'accordo che la lega a Nokia per la vendita dei Windows Phone.

E se il Ceo Stephen Elop parla di un nuovo corso ormai iniziato, si completa la ridefinizione dle board direttivo.
E a sostituire il Jorma Ollila, che lascerà il ruolo di presidente nel mese di maggio, dovrebbe essere chiamato Risto Siilasmaa, 45 anni, fondatore di F-Secure.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here