Nel 2003 la crisi si fa più pesante per le Top 200

Le Top 200 dell’It I primi system integrator e Var Top operatori di infrastrutture e soluzioni di networking I primi Isv e software house I primi operatori delle Tlc I primi corporate reseller e dealer Le prime società di servizi It e di consulenza I p …

Le Top 200 dell'It I primi system integrator e Var
Top operatori di infrastrutture e soluzioni di networking I
primi Isv e software house
I
primi operatori delle Tlc
I
primi corporate reseller e dealer
Le
prime società di servizi It e di consulenza
I
primi distributori e catene

Il perdurare, ormai da qualche anno, del difficile periodo che sta vivendo
il mercato It, viene confermato anche dall'analisi dei fatturati 2003 (realizzati
solo in Italia) delle prime 200 società che operano nel settore, che
come ogni anno Linea Edp monitorizza con il supporto di Sirmi. Nell'indagine
della scorsa edizione (relativa ai fatturati del 2002) la percentuale di società in
affanno, e quindi con bilanci chiusi in negativo, è stata del 33% (contro
un 12% dell'anno precedente) mentre quest'anno è salita al 36%. Nel
periodo in esame il settore ha evidenziato anche tutta una serie di mosse
in fatto di acquisizioni e di vendite, che hanno in parte movimentato il panorama
e compensato dei risultati che molto probabilmente sarebbero stati negativi.
Dopo le due leader incontrastate del mercato It, Ibm e Hp, che per prime hanno
risentito della crisi in atto, troviamo al terzo posto una grossa realtà del
mondo della distribuzione, il Gruppo Esprinet che ha messo a segno la crescita
maggiore nella classifica delle aziende con fatturato dai 100 milioni di euro
in su.
In quarta posizione ritroviamo il Gruppo Finsiel, che nella scorsa edizione
era presente come It Telecom Mercato, in quanto il gruppo che appartiene a
Telecom Italia si ripresenta al mercato con la vecchia ragione sociale, mentre
le attività di It Telecom Gruppo (che nella classifica dell'indagine
precedente era subito dopo Hp), sono rientrate in Telecom. Un altro cambiamento
sul fronte dei valori di gruppo è dato da Atos Origin che, avendo acquisito
SchlumbergerSema, ha rilasciato come fatturato per il 2003 i dati aggregati
delle due società, per ribadire il peso che verrà a ricoprire
la nuova realtà, per cui non abbiamo fatto il confronto con l'attività svolta
nel 2002. In generale, non abbiamo riportato le percentuali di crescita o
calo quando i valori sono o troppo elevati o troppo bassi.
Un'ultima considerazione che si può fare (e che vale anche per
tutti gli altri settori) è quella relativa alle società di servizi.
Infatti, se da un lato emerge che le maggiori realtà, da Finsiel a
Eds, da Getronics a Elsag, sono in difficoltà, dall'altro si evidenziano
anche le performance di Enidata e di Csi Piemonte, o di Postel, Ssb e Datamat,
che operano nello stesso settore, che invece hanno saputo innescare una marcia
in più per crescere.

La metodologia dell'inchiesta
A partire dal mese di maggio di quest'anno Sirmi ha condotto, per conto di
Linea Edp, l'attività di ricerca per la realizzazione della classifica
delle maggiori società che operano in Italia sia nell'It (nelle quali
sono state inserite anche le realtà della distribuzione) sia nelle
Tlc. Sulla base delle informazioni presenti nelle banche dati di Sirmi,
sono state contattate circa 2mila aziende il cui fatturato risultasse superiore
a 2 milioni di euro. Le assenze di importanti realtà sono dovute
al desiderio delle stesse di non voler rilasciare i dati, spesso adducendo
come motivazione la "policy aziendale". Le classifiche sono
state quindi redatte in base ai fatturati forniti dalle stesse aziende,
confidando nella loro correttezza; per alcune è stato invece necessario
ricorre ai bilanci relativi al 2003, se già depositati. Per qualche
società di primaria importanza si è anche ricorsi a una stima
effettuata da Sirmi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here