Nec e Stratus aggiornano i server Intel

Le due società propongono le loro alternative ad alta affidabilità ai sistemi cluster.

11 marzo 2003 Stratus Technologies e Nec mettono sul mercato nuovi server di fascia bassa con notevoli caratteristiche di affidabilità. Le due società, che condividono la tecnologia server, sostengono che i loro prodotti costituiscono un'alternativa economica e migliore ai sistemi di cluster. I nuovi sistemi, spessi 7 pollici e montabili su rack, hanno una potenza di calcolo analoga a quella dei server a due processori. Stratus intende offrire il suo ftServer 3300 a prezzi variabili fra i 25mila e i 29mila dollari, mentre Nec fa sapere che i sistemi Express5800/320Lb costeranno meno di 35mila dollari e si caratterizzeranno per grandi quantità di memoria e di capacità di disco. Le macchine impiegano processori Intel Xeon a 2,5 GHz, supportano fino a 3 Gb di memoria e comprendono un sistema di rete Ethernet da 1 gigabit al secondo. Le due società intendono mettere sul mercato un prodotto a quattro processori entro qualche mese. Stratus lavora per mercati particolari, come le centrali di emergenza, mentre Nec ha un focus più ampio e intende offrire il supporto Linux per i nuovi prodotti entro la fine dell'anno. Nec ha, inoltre, in programma l'uso dei processori Itanium a 64 bit nel futuro prossimo, mentre Stratus per il momento non vede l'immediata necessità di una simile evoluzione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome