Nasce la V-Valley di Esprinet

Presentata la nuova entità dedicata alla distribuzione a valore. Per i dealer oltre 100 milioni di euro di linee di credito.

Dopo le anticipazioni dei mesi scorsi, è arrivato finalmente il momento del lancio ufficiale dello spin off dedicato alla distribuzione a valore di Esprinet.

La nuova entità è stata presentata nella serata di ieri e ha finalmente un nome: V-Valley, The Value of Esprinet.

"Un battesimo - lo ha definito Alessandro Cattani, amministratoere delegato del Gruppo Esprinet -, ma il battesimo di un adulto. di una entità già sviluppata, ricca di una consolidata esperienza".

Cattani sottolinea come lo spin off interessi una parte di attività che lo scorso anno hanno rappresentato per Esprinet un giro d'affari di 90 milioni di euro.
"In questi anni - continua - abbiamo fatto un buon lavoro nel mondo della distribuzione a volume. Mancava, però, un posizionamento chiaro nell'area dei prodotti a valore, che però presidiamo da tempo, con una struttura composta da una quarantina di persone, strutture di supporto e aministrative escluse".

Cattani sottolinea come l'idea dello spin off risponda all'esigenza di introdurre metodi di lavoro differenti a quelli tradizionalmente in uso nella distribuzione a volume per supportare vendite differenti.
"Parliamo di una gestione più complessa, nella quale non si parla di ordini ma di trattative", sottolinea il manager, che riassume in poche parole gli atout della nuova realtà: "Non diamo vita a una divisione, ma a una società separata, coasì da offrire linee di credito nuove e aggiuntive ai nostri rivenditori, il tutto, però supportato da una struttura di costi agile quale è quella di Esprinet".

Alla guida di V-Valley è stato chiamato Luca Casini, che guida una squadra oggi composta da 43 persone.
Le attività si articoleranno lungo sei linee di business: Storage, Virtualization & Data Management, Networking & Unified Communication, Security, Videosoerveglianza, Identificazione Automatica e Servizi.
Per quanto riguarda il listino, attualmente quasi tutti i brand a valore presenti nell'offerta Esprinet sono entrati in V-Valley: Hp, Emc, Sap, Symantec, VmWare, Cisco, Plantronics, Panasonic, Mirasys, Axis, Datalogic, Zebra, Apc, Iomega.
Riconosce, Cattani, che al momento si tratta di un'offerta non ancora completa, piuttosto sbilanciata verso l'hardware ma, precisa, "il nostro obiettivo è ampliarla con nuovi brand e completarla con altri che al momento restano ancora nel catalogo Esprinet".

Per i rivenditori, la buona notizia arriva direttamente da Luca Cassini, che annuncia "oltre 100 milioni di linee di credito per il solo business generato in V-Valley" e presenta i repsonsabili di divisione: Roberto Pasqual, che seguirà l'area storage, Alberto Mauri, all'identificazione automatica, Fabrizio Frattini, per networking e unified communication, Stefano Ronchi, alla videosorveglianza, Vito Carcea, agli enterprise server, Stefano Carsenzuola, responsabile del Competence & Configuration Center.

Quanto agli obiettivi, chi si sbilancia è Cattani. "Partiamo da 90 milioni di euro: il primo obiettivo è arrivare alle tre cifre". Ma, sornione, si limita a confermare che la prima delle tre sarà un 1.
"La crescita - precisa - sarà sia per linee interne sia per acquisizioni, anche se non nell'immediato". Anche qui nessun suggerimento, se non che l'intenzione è quella di guardare all'ecosistema dei partner già esistenti nell'universo dei brand a listino.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome