Nasce il Centro nazionale anticrimine informatico

La Polizia postale e Poste italiane hannosottoscritto un impegno per realizzare una struttura che protegga le più importanti strutture del Paese

Nell'ambito del rinnovo dell'intesa tra la Polizia Postale e delle
Comunicazioni e Poste Italiane, è stato sottoscritto l'impegno di realizzare il
primo Centro Nazionale Anticrimine Informatico. Si tratterà di un'importante
struttura di coordinamento operativo per contrastare la minaccia informatica nei
confronti di Poste Italiane e delle più importanti strutture pubbliche e private
del Paese (Progetto Cnaipic - Centro nazionale anticrimine informatico per la
protezione delle Infrastrutture critiche del paese).


I due enti hanno sviluppato nel corso del tempo un proficuo rapporto di
cooperazione, che tiene conto sia delle maggiori esigenze di sicurezza collegate
allo sviluppo delle attività di Poste Italiane, sia del ruolo centrale assunto
dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni nel settore della prevenzione e del
contrasto alla criminalità informatica, oltre che nel campo della tutela dei
sistemi e delle infrastrutture informatiche delle aziende di comunicazione di
rilievo strategico per il Paese.


 L'intesa, di durata triennale, prevede, inoltre, lo sviluppo ulteriore
del Progetto Sicurezza Uffici Postali per la prevenzione di rapine e furti nei
14.000 uffici postali italiani. Il progetto consente alle Questure di
predisporre piani articolati e puntuali di controllo del territorio e a Poste
Italiane di migliorare le difese passive dei singoli uffici postali. Nel 2004,
ad esempio, è già stato possibile ridurre del 30%, rispetto all'anno precedente,
il danno economico subito per rapine e furti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here