Mouser, distribuire bene per l’Internet of Things

Aumento dei fatturati, delle dimensioni dello stabilimento texano, dei prodotti in catalogo e del personale impiegato: Mouser Electronics sembra veramente un esempio di sviluppo positivo in un momento che vede il mondo dell’elettronica accennare una timida reazione dopo anni di costante crisi economica.

Azienda di grandi potenzialità e in costante espansione, Mouser ha registrato infatti importanti crescite nel 2014, attestandosi addirittura a un 29% in più rispetto al 2013, valore non ripetibile probabilmente per l’anno in corso, ma per il quale si prevedono comunque risultati di tutto rispetto.

La visita presso lo stabilimento di Mansfield, a qualche decina di chilometri da Dallas, è stata l’occasione per osservare una realtà altrimenti conoscibile solo attraverso i servizi di vendita per catalogo o online. E l’occasione è stata importante anche per la possibilità di vedere in prima persona la prima fase dell’ampliamento della sede centrale dell’azienda, che passerà entro i primi mesi del 2016 dagli attuali 150.000 m2 di stabilimento, a complessivi 226.000 m2.

Non si tratta solo di dimensioni, ma di opportunità importanti per l’acquisizione di forza lavoro, visto che il nuovo ampliamento permetterà il reclutamento di ulteriore personale tale da portare globalmente l’azienda americana a un totale di 1,400 addetti.

Un unico plant di distribuzione

Quali sono i segreti di una grande azienda (Mouser fa parte delle prime 10 realtà di distribuzione elettronica nel mondo), che sembra conoscere da tempo un crescita costante? Interpellato direttamente, Mark Burr-Lonnon, Vice Presidente Senior per le aree EMEA e APAC ha focalizzato proprio l’attenzione sulla centralizzazione delle attività di distribuzione di Mouser Electronics: «Il nostro approccio centralizzato, che fa riferimento a un unico stabilimento di distribuzione, permette ai nostri clienti di accedere al nostro inventario globale e alla nostra vasta selezione di prodotti di recente introduzione in modo estremamente rapido ed efficace». E proprio questo ultimo elemento la caratteristica chiave della strategia operativa di Mouser, cioè una sapiente e accurata applicazione del concetto di NPI, New Product Introduction, che - in casa Mouser - diventa Rapid New Product Introduction. Con l’ampliamento imminente l’azienda americana distribuirà prodotti di almeno 500 diversi produttori, con numeri a sei cifre per quello che riguarda gli articoli in catalogo.

Nonostante la centralizzazione e l’ampliamento in via d’attuazione della sede texana, Mouser è pur sempre una realtà globale, presente anche in Italia. 21 uffici di supporto localizzato consentono l’acquisizione di ordini che, una volta raccolti presso la sede americana, vengono evasi in tempi estremamente brevi. In un massimo di tre giorni un pacco in partenza dalla sede di Mansfield raggiunge praticamente qualsiasi angolo del mondo, con una rapidità sorprendente sul territorio nordamericano: gli ordini dagli Stati Uniti vengono evasi e risolti infatti entro le 24 ore.

L’espansione dell’azienda, anche a livello globale, è comunque qualcosa che è insito nei programmi recenti: la scorsa estate è stata infatti inaugurata la sede giapponese, portando a un totale di otto gli uffici dell’area APAC.

Vita online

Una delle forze che permette a Mouser di ottenere i risultati importanti di cui si è parlato è anche e soprattutto il sistema di vendita online. Il 51% delle vendite avvengono oggi attraverso sistemi informatici e le operazioni vengono gestite attraverso 63 differenti siti web regionali in 16 lingue diverse. Uno sforzo di globalizzazione delle informazioni che ha grandi costi d’investimento (che si assommano ai grandi costi di reperibilità continua delle nuove parti da mettere a disposizione dei clienti), ma che permette di ottenere i risultati di cui si è trattato. I siti di Mouser vengono aggiornati più volte nel corso dello stesso giorno e i sistemi di gestione dei contatti permettono un traffico di 1,5 milioni di visite al mese, che si concretizzano in più di 10.000 transazioni mensili.

Per semplificare la vita agli utenti Mouser ha messo a disposizione un sistema di ricerca incrociato che permette agli ingegneri e ai progettisti elettronici di partire da una configurazione a blocchi, facilitando la reperibilità dei componenti e permettendo di procedere nello specifico fino alle caratteristiche tecniche di ogni singolo componente.

Distribuire è progettare

Gli approfondimenti tecnologici di supporto ai progettisti completano il servizio importante a supporto del mondo della progettazione elettronica. E un ulteriore sforzo è il progetto denominato Empowering Innovation Together, con cui la collaborazione di Mauser con il presentatore di Discovery Channel, Grant Imahara, dà vita a un vero e proprio viaggio per educare tecnici e ingegneri alle progettazioni che caratterizzeranno il prossimo futuro. Per il momento, attraverso una serie di video e di materiali didattici prodotti in collaborazione con importanti aziende del mondo dei semiconduttori, sono stati toccati settori di estrema attualità: dalle applicazioni automobilistiche senza pilota alle esplorazioni spaziali, dalla robotica avanzata alla Home e Factory Automation.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome