Motorola, StMicroelectronics e Philips si alleano nei processori

L’obiettivo, ancora una volta, è quello di progettare e sviluppare congiuntamente microchip di ultima generazione, dando vita anche a nuovi standard di produzione.

Nuove alleanze in vista nel mercato dei
semiconduttori. L'ultima, in ordine di tempo, quella siglata tra Motorola,
StMicroelectronics e Philips. 1,4 i miliardi di dollari investiti dai tre
colossi che, da qui al 2005, si impegneranno nella progettazione e nello
sviluppo congiunto di microchip di nuova generazione. Base operativa
dell'alleanza - dove troverà spazio anche Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (Tsmc), il più grande costruttore mondiale di semiconduttori di cui Philips detiene il 30%, ma che non finanziarà direttamente il
progetto -, la cittadina di Crolles, nel Sud-Est della Francia, dove già per la
seconda metà di quest'anno si parla di sviluppare un chip da 90 nanometri.
E di nuovo, l'annuncio di questo genere di alleanze strategiche è stato accolto
positivamente dagli analisti di mercato che, nella condivisione dei costi per la
ricerca e sviluppo di nuovi prodotti in un mercato provato come quello dei
semiconduttori, scorgono un'ottima strategia di contenimento dei costi,
soprattutto nel lungo periodo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here