Motorola si libera dei chip

Il gigante dei telefonini avrebbe deciso di abbandonare un segmento prioritario di business, cioè quello legato alla produzione di componenti su semiconduttori. Motorola, infatti, ha affermato di aver chiuso un accordo per la cessione del Semico

Il gigante dei telefonini avrebbe deciso di abbandonare un segmento
prioritario di business, cioè quello legato alla produzione di componenti
su semiconduttori. Motorola, infatti, ha affermato di aver chiuso un
accordo per la cessione del Semiconductor Products Sector a un gruppo di
investitori capitanato da Texas Pacific. La transazione avrebbe un valore
stimato in circa 1,6 miliardi di dollari, che verranno elargiti in contanti
e tramite il 10% delle azioni della nuova compagnia. L'accordo sembra aver
ricevuto le preferenze rispetto a un'altra offerta, di pari valore,
avanzata da un gruppo di manager della stessa Motorola. L'intesa, che
dovrebbe concludersi nella seconda metà di quest'anno, predeve inoltre che
gli attuali dipendenti della unit Semiconductor vengano inglobati nella
nuova compagnia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here