Motorola fa cifra tonda: i licenziamenti previsti diventano 30.000

Due quadrimestri consecutivi di passivo hanno spinto la società a rivedere il piano di ristrutturazione. E così il personale è stato ridotto di altri 4.000 posti

Dopo l'annuncio del secondo trimestre consecutivo in perdita, Motorola è
corsa immediatamente ai ripari e ha deciso di limitare i costi per ritornare
quanto prima in attivo. E, come accade spesso in questo periodo, limitare i
costi significa diminuire il personale. Così ai 26.000 licenziamenti previsti se
ne vanno ad aggiungere altri 4.000, il che porta il totale a 30.000. Dei 147.000
dipendenti presenti lo scorso anno in azienda ne dovrebbero perciò rimanere
117.000; questo sempre che Motorola non cambi idea e rincari ulteriormente la
dose. Comunque le ultime riduzioni dovrebbero arrivare tramite la vendita di
alcuni asset e il pensionamento.


Riduzione del personale a parte, Motorola ha annunciato di prevedere che,
grazie a un aumento delle vendite di telefoni cellulari, nel terzo e quarto
trimestre il fatturato dovrebbe crescere del 5%. Nello stesso periodo si
dovrebbe invece registrare una diminuzione delle vendite di chip per set top
box.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome