MontaVista al lavoro per Linux embedded

Obiettivo aggiungere funzionalità di real time response. Scettico Linus Torvalds, ma altri sono al lavoro sullo stesso tema.

12 ottobre 2004 Al di là della teoria e della filosofia,
se davvero si vuole portare Linux anche oltre il computer,
facendone il motore embedded di oggetti che vanno dal Dvd
player ai telefoni cellulari, è necessario dotarlo di qualcosa che in questo
momento effettivamente manca: la garanzia di risposta real
time
.
Il supporto "hard real time" è fondamentale nei telefoni
cellulari, nei device che riproducono audio e video e ancor di più nei Gps.

Ed è a questo che sta lavorando MontaVista Software, che
dovrebbe rilasciare il frutto del proprio lavoro giusto in questi giorni, dopo
averne anticipato un prototipo la scorsa settimana.
Una mossa che se da un
lato risveglia l'interesse degli analisti e dei produttori, dall'altro desta
qualche diffidenza nella stessa comunità Linux.
Secondo Linus Torvalds,
aggiungere funzionalità "hard real time" significa rendere il sistema operativo
più complesso, senza contare che si tratta in ogni caso di una funzionalità
intrusiva rispetto al kernel del sistema operativo.
Ma, evidentemente,
l'esigenza comincia a farsi sentire, visto che anche Wind
River
, specializzata nel mondo embedded, ha da poco siglato una
partnership con Red Hat proprio per portare Linux su questo
specifico mercato.


 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here