Mobile e banda larga trascinano le tlc

L’indagine Assinform fotografa i primi sei mesi dell’anno. Con le telecomunicazioni in crescita del 3%

23 settembre 2004 Dopo i primi sei mesi dell'anno
l'Ict riesce a strappare un risultato positivo ma per merito delle
telecomunicazioni che crescono del 3% contro una diminuzione dello 0,5%
dell'informatica. Il consueto riepilogo di Assinform evidenzia, per quanto riguarda le telecomunicazioni, una crescita del 5,1% dei servizi, la stabilità dei terminali che ripetono lo stesso dato dello scorso anno e la secca diminuzione delle infrastrutture che perdono il 7,2%.

Fra gli apparati per le tlc i terminali mobili scendono del
3,1%, quelli fissi salgono del 3,9%, mentre le infrastrutture mobili calano del
3,4% e quelle fisse dell'11,9%. Molto più vivace il mercato dei servizi con i
Vas mobili che mettono a segno il 28,3% di crescita, i Vas fissi che aumentano
dell'1,4%. Buona la crescita delle tlc mobili con il 9,6% a fronte del calo
dello 0,5% delle tlc fisse.


Le linee attive dei cellulari continuano a crescere. Ora siamo a quota 58,9
milioni fra abbonamenti e carte prepagate con 42,5 milioni di utenti effettivi
(+5,8%). A causa della stagionalità del mercato, però, l'Arpu è in calo rispetto
al dato dell'intero 2003 (30,7 contro 31,7) ma migliora rispetto alla prima metà
del 2003 quando si era fermato a 29 euro. I servizi voce valgono un Arpu di 26,1
euro e i non voce 4,6 euro. La banda larga, infine, va oltre le più
ottimistiche previsioni
con una crescita è del 111,1%. Secondo
Giancarlo Capitani di NetConsulting che ha curato il rapporto Assinform i
principali fattori di cambiamento del mercato riguardano la disponibilità di
banda, il refresh tecnologico l'aumento dei serivi richiesti, la diffusione alla
periferia e i nuovi servizi consumer. Da parte sua il mercato si sta orientando
verso l'Ip (con meno fatturato ma più margini) e si porta verso una ulteriore
specializzazione per segmenti di clientela. L'offerta invece deve produrre nuovi
contenuti, puntare verso l'ottimizzazione delle infrastrutture tlc e puntare
verso la consulenza e analisi degli asset tlc delle imprese.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here