Misure anti pirateria per Microsoft Whistler

Microsoft inserirà delle misure anti pirateria in Whistler, il nuovo sistema operativo che sostituirà Windows 2000 e che sarà disponibile in seconda beta a febbraio. Le contromisure attuate da Microsoft prevedono di legare le copie …

Microsoft inserirà delle misure anti pirateria in Whistler, il nuovo
sistema operativo che sostituirà Windows 2000 e che sarà disponibile
in seconda beta a febbraio. Le contromisure attuate da Microsoft
prevedono di legare le copie del sistema operativo alla prima
macchina sulla quale è stato installato, senza effettuare un
controllo del disco locale alla ricerca delle informazioni personali
dell'utente. Whistler, in questo modo diventerà il secondo prodotto
Microsoft a supportare la 'product activation', una funzione di
sicurezza che lega ogni copia del sistema operativo alla macchina
sulla quale è stato installato la prima volta, grazie all'utilizzo di
un unico codice d'identificazione. La 'Product activation' utilizza
un algoritmo software per identificare le caratteristiche del sistema
sul quale viene installato, come per esempio l'ammontare complessivo
di Ram o se è presente o meno una scheda Scsi. Il codice
identificativo generato verrà legato all'Id del software e il codice
risultante verrà inviato via Web, per la conferma a un punto di
contatto Microsoft. Una volta confermato, un codice verrà comunicato
via Web o telefono e Whistler potrà essere attivato. Nel caso in cui
gli utenti effettuino delle modifiche alla configurazione del proprio
sistema, sarà necessario ricontattare Microsoft o il punto di
contatto per registrare nuovamente il prodotto e riottenere un codice
di sblocco. 'Product activation' ha debuttato in Office 2000 come
progetto pilota in alcuni paesi, e sarà inserito in Office 10, che
dovrebbe essere distribuito verso la metà dell'anno. Considerando il
fatto, che la semplice installazione di un'espansione di memoria o di
un disco fisso potrebbe causare il blocco dell'intero sistema, la
perplessità sulla bontà dell'idea resta un obbligo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here