Mire da grande potenza (in Rete) per America On Line

Dopo l’acquisizione di Netscape e la definizione della collaborazione conSun, Aol sta ora cercando nuove vie di espansione, che potrebbero passare,innanzitutto, per servizi on line in grado di integrare la connettivit` in rete direttamente nel browser.

L'acquisizione di Netscape e l'alleanza correlata con Sun hanno portato in
primo piano le ambizioni da grande potenza della Rete di America On Line.
Completata l'operazione, ora l'azienda sta studiando il modo di metterla a
frutto per trovare nuove aree di business a livello mondiale. In
quest'ambito rientra il progetto, per ora ufficioso, di offrire servizi on
line, con il marchio Netscape, che portino la connettività in rete
direttamente all'interno del browser. La mossa avrebbe un effetto immediato
nella concorrenza con altri Isp (come EarthLink o MindSpring, forti sul
mercato americano consumer), ai quali verrebbe opposto il notissimo marchio
Netscape.
Aol.com, inoltre, disporrà di un proprio motore di ricerca, che sarà bas
ato
sulla tecnologia Pls, da poco acquisita, andando così a sostituire NetFind
,
sin qui offerto in combinazione con Excite. In chiave evolutiva, ci sarebbe
anche un prodotto, chiamato Aol Plus, che determina automaticamente la
velocità d'accesso e aggiunge servizi broadband. Il programma sarebbe
un'evoluzione del software Aol principale, per il quale, nella prossima
versione 5.0, sono previsti altri potenziamenti, come una console
multimediale, che consentirà agli utenti di scaricare applicazioni ad alta
ampiezza di banda, essenzialmente di streaming (audio e video), lanciando
un segnale anche per la disponibilità di nuovi servizi.
In estate, poi, è prevista l'introduzione di un nuovo servizio di shopping
on line, chiamato Shop@Aol, che incorporerà una strategia di merchandising
per i partner retail, in modo da guidarne le vendite di beni e servizi. Le
declinazioni Shop@NetCenter e Shop@Compuserve sono attese più avanti
nell'anno. Il nuovo servizio includerà anche caratteristiche di
personalizzazione per controllare la fidelizzazione della clientela dei
retailer che operano con i servizi Aol, oltre a tool potenziati per la
ricerca, un sistema di checkout più rapido e l'assicurazione di qualità
per
i consumatori.
America On Line ha stimato che il totale dei propri sottoscrittori abbia
speso 1,8 miliardi di dollari in attività di commercio elettronico nel
primo trimestre del 1999, superando anche il dato di 1,2 miliardi del
trimestre precendente, il quale comprendeva il periodo natalizio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here