Minacce dalla Rete? Meglio prevenire…

Cresce la propensione delle aziende a delegare all’esterno la gestione della sicurezza informatica. Complici attacchi sempre più subdoli e dal potenziale sempre più distruttivo

Aumentano le minacce a danno del sistema informativo aziendale e aumentano anche i danni generati dagli attacchi, che si fanno sempre più subdoli e distruttivi. Ecco perché molte aziende decidono di delegare a specialisti la gestione della protezione della propria infrastruttura It. Un mercato, quello dei servizi di sicurezza gestiti (Mss), che Ovum stima in crescita a livello mondiale a un tasso medio annuo del 20%, fino a raggiungere un giro d’affari globale di 4,1 miliardi di dollari nel 2009. Nell’area Emea, secondo Frost&Sullivan, i Mss passeranno dai 300 milioni di dollari di giro d’affari di quest’anno ai circa 700 del 2009 (600 nel 2008). In questo comparto, tra nomi come VeriSign e Symantec, opera anche Internet Security Systems (Iss), realtà che fornisce servizi di sicurezza gestita, hosting, analisi e correlazione di eventi anomali, presente in 72 paesi, attraverso i 5 Soc (Security operation center) di Atlanta e Boston (Stati Uniti), Tokio (Giappone), Sydney (Australia) e Bruxelles (Belgio). «Si tratta di un mercato in fermento per diversi motivi - chiarisce Rick Miller, vice president Mss di Iss -. Anzitutto, aumentano le minacce nuove e, parallelamente, crescono la potenzialità distruttiva e i danni inflitti dagli attacchi. A questo si aggiunga che i servizi di sicurezza gestita iniziano a essere universalmente accettati, soprattutto in virtù del fatto che, in azienda, il personale formato è scarso e costoso». Il nostro giro d’affari in questo comparto per Iss è stato, nell’ultimo anno, pari a 50 milioni di dollari, il 45% in più rispetto al 2004, mentre circa il 14% del fatturato proviene dalla sottoscrizione di servizi di protezione, dove la società ha una gamma molto ampia, che va dai servizi di gestione dei firewall al costo mensile di 200 dollari, fino all’outsourcing completo della sicurezza, grazie alle partnership con Hp, Sungard, Ibm, con Internet service provider e integratori. La società fa perno su X-Force, il team di oltre 100 tecnici qualificati, specializzati nel cybercrime e nella sicurezza in Rete, che si distribuiscono nei suoi Soc. «Questi centri - sostiene Jason Hilling, offer manager dei Managed Security Services di Iss - forniscono uno strato di intelligenza specifica che è messo a fattor comune di altre organizzazioni. L’attenzione è tutta posta sull’eccellenza tecnologica, visto che investiamo in ricerca e sviluppo il 14% del fatturato. I ricercatori, spesso con un’esperienza consolidata nel settore della sicurezza in ambito militare, monitorano costantemente la Rete, alla ricerca di anomalie».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here