Microsoft vittima del suo monopolio

La Ue si prepara a imporre sanzioni punitive per concorrenza sleale. Ma è Yankee Group a evidenziare fonti di possibili problemi nel feudo sin qui incontrastato delle Pmi

29 gennaio 2004 Non è iniziato benissimo l'anno per Microsoft, almeno sul fronte
comunicativo-legale.
L'Unione Europea, infatti, ha concluso quattro
anni di indagini stabilendo che l'azienda avrebbe utilizzato in modo
indebito la propria posizione dominante, danneggiando i concorrenti
soprattutto nel campo dei server low-end.
Allo stesso tempo, è uscito
uno studio di Yankee Group, che evidenzia come un 43% di Pmi sia
preoccupato dell'eccessiva dipendenza dai prodotti di Redmond.
Nel
primo caso, l'ipotesi punitiva più probabile pare l'ammenda, che
potrebbe arrivare a qualche centinaio di milioni di euro, ma che
l'azienda non avrebbe difficoltà a pagare.
Nel secondo, invece, il
72% delle Pmi dichiaratesi preoccupate sta già attivamente cercando
altri fornitori per diversificare le soluzioni implementate.
E questa
è musica per i tanti concorrenti interessati a un'ambita fetta di
utenza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome