Home Aziende Microsoft Microsoft Teams inaugura una nuova era di comunicazione e collaborazione

Microsoft Teams inaugura una nuova era di comunicazione e collaborazione

Fin dalla sua nascita nel 2017, sottolinea Microsoft, la vision dell’azienda per Microsoft Teams è sempre stata quella di riunire tutti gli strumenti di comunicazione e collaborazione in un unico posto, dalla chat alle riunioni, dalle app ai file. Che lo si usi per lavoro, a scuola o nella vita, oltre 280 milioni di persone si affidano a Teams ogni mese per rimanere produttivi e in contatto con colleghi, partner, clienti, amici e familiari.

Teams, mette poi in evidenza Microsoft, ha anche permesso una notevole innovazione da parte di ISV terze parti, sviluppatori aziendali e integratori di sistemi, che ha portato alla creazione di oltre 1.900 app nello store e di oltre 100.000 applicazioni custom che si integrano perfettamente con la piattaforma. Queste applicazioni, combinate con un ampio ecosistema di dispositivi e ambienti certificati per Teams, aiutano le imprese e i professionisti a rimanere produttivi e a seguire il flusso del lavoro.

L’ascolto del feedback degli utenti, spiega Microsoft, è culminato nel reimmaginare Teams dalle fondamenta. La nuova app si basa su velocità, performance, flessibilità e intelligenza, offrendo prestazioni fino a due volte più veloci e utilizzando il 50% di memoria in meno, in modo che gli utenti possano risparmiare tempo e collaborare in modo più efficiente. Microsoft ha anche semplificato la user experience in modo che sia più intuitiva da usare e sia più facile trovare tutto in un unico posto.

Questi miglioramenti costituiscono anche la base per le nuove esperienze AI che secondo Microsoft cambieranno il mondo, come Copilot per Microsoft Teams, annunciato di recente.

Microsoft Teams

Anche se è stato già apportato un flusso costante di miglioramenti alle app Teams esistenti, secondo Microsoft le innovazioni più importanti saranno disponibili solo con il nuovo Teams. Di seguito riportiamo un riepilogo delle aree di miglioramento più significative messe in evidenza dall’azienda, ed è possibile approfondire l’elenco completo nel blog post di Microsoft.

Nuovo Microsoft Teams: semplicità, flessibilità, velocità

Uno degli obiettivi principali di Microsoft per il nuovo Teams è stato quello di renderlo due volte più veloce utilizzando la metà delle risorse di sistema. Per raggiungere questo obiettivo, l’azienda ha fatto un investimento importante per revisionare la piattaforma e ottimizzare l’architettura dei dati, del network, della chat e del video per ottenere velocità e performance.

Microsoft afferma di non aver ancora finito di ottimizzare le prestazioni del nuovo Teams, ma anche di aver già visto dati molto promettenti dalla build di anteprima pubblica ora in uscita. Microsoft ha collaborato con la società di benchmarking indipendente GigaOm per quantificare alcuni dei guadagni in termini di prestazioni, con report che indicano che l’avvio dell’app e la partecipazione alle riunioni sono già due volte più veloci e il consumo di memoria è diminuito della metà, durante i test della nuova preview di Teams, rispetto a Teams classico.

Il secondo punto, è che Microsoft è sempre alla ricerca di modi per offrire un’esperienza più semplice ma ricca di funzionalità a una base di utenti sempre più ampia e diversificata. E ora l’azienda introduce miglioramenti all’esperienza principale di Teams che consentiranno di tenere sotto controllo le notifiche, di cercare informazioni, di gestire i messaggi e di organizzare i canali, il tutto con un minor numero di clic.

Microsoft Teams

Inoltre, molti dei clienti della piattaforma hanno organizzazioni che comprendono più tenant e account. Per questo motivo Microsoft ha investito molto nel supporto di questi scenari. Ha dunque migliorato il modello di autenticazione, la sincronizzazione e i sistemi di notifica per offrire un’esperienza omogenea e coerente.

Ad esempio, molti clienti hanno bisogno di collaborare con persone al di là dei confini organizzativi, il che a volte significa che utilizzano Teams su più tenant o account. Invece di accedere e uscire da diversi tenant e account, ora è possibile mantenere l’accesso a tutti, ricevendo le notifiche indipendentemente da quello che si sta utilizzando.

Un’esperienza più smart

Il nuovo Teams – afferma Microsoft – sarà la base per le esperienze AI di prossima generazione, comprese quelle annunciate in precedenza come Intelligent Recap e Copilot per Microsoft Teams. Microsoft impiegherà l’intelligenza artificiale per facilitare la collaborazione, aggiornando l’utente su ciò che è accaduto prima di partecipare a una riunione o a una chat e rispondendo alle domande durante il flusso della discussione.

Secondo Microsoft, si sta solo iniziando a vedere il potenziale dell’AI all’interno di Teams e l’azienda avrà molto altro da condividere in futuro.

Microsoft Teams

La disponibilità generale del nuovo Teams è prevista per la fine dell’anno, ha annunciato Microsoft. Nel frattempo, i clienti commerciali che utilizzano Windows possono provare la public preview, in distribuzione da oggi. Inoltre, Microsoft ha intenzione di estendere la release di anteprima a un gruppo più ampio di clienti, compresi quelli che utilizzano Mac, nel corso dell’anno.

Mentre gli utenti finali del Public Preview program avranno subito accesso al nuovo Teams, spiega infine Microsoft, per la platea più ampia di clienti commerciali sarà necessario che un amministratore faccia l’opt-in, dopodiché gli utenti finali vedranno un semplice toggle switch per passare al nuovo Teams. E sarà possibile tornare al Teams classico in qualsiasi momento.

Il nuovo Teams è un grande passo avanti nel percorso di Teams, sottolinea Microsoft, ma non è l’unica novità che l’azienda ha annunciato. Per un’analisi approfondita delle oltre 90 nuove funzionalità aggiuntive in arrivo per Teams, è possibile consultare il post del blog che riassume tutti gli annunci che Microsoft farà questa settimana all’Enterprise Connect.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php