Microsoft si accorda anche con InterTrust

È proprio la stagione degli accordi giudiziali per Redmond: trovato quello con la società che ha brevettato la tecnologia Drm.

13 aprile 2004

Microsoft ha raggiunto un accordo conciliatorio con InterTrust Technology circa i diritti della tecnologia di Drm (Digital Rights Management), in base al quale la casa di Redmond pagherà alla società californiana 440 miloni di dollari avendone in cambio i diritti di usufrutto tecnologico per circa 20 anni, cioè tanto quanto durano i brevetti in merito.


In tal modo Microsoft chiude una diatriba, se vogliamo collaterale a quella che la riguarda nella disputa in essere con la Ue, essendo la tecnologia Drm al centro dell'accordo parte di Windows Media Player.


In realtà la tecnologia Drm va ben oltre il player e concerne anche altri aspetti tecnologici ben più pregnanti a livello enterprise, che rigiardano parti di Windows Xp, Office Xp e il Windows File Protection.


L'oggetto della tecnologia brevettata da InterTrust, inoltre, è anche al centro degli sviluppi del nuovo sistema operativo di Microsoft, Longhorn, atteso per il 2006.


La disputa legale iniziò nel 2001, con InterTrust che rivendicò i propri diritti sul brevetto di Drm numero 6.185.683, sottendente una tecnologia che la società californiana riteneva essere stata inappropriatamente utilizzata per la costruzione del Windows Media Player.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here