Microsoft riscrive Outlook per il cloud

Cambia la personal email di Microsoft: da Hotmail a Outlook, con un occhio di riguardo alla privacy e alle connessioni con i social network.

È quasi un diritto di primogenitura quello che Microsoft rivendica, annunciando, come ha fatto ieri sera sul suo blog ufficiale il lancio della preview del nuovo servizio di posta elettronica personale Outlook.com.
Perché prima di parlare del servizio, delle sue funzionalità, di ciò che di nuovo è stato introdotto rispetto alle sue precedenti declinazioni, Microsoft ricorda il 1996, l’anno del lancio di Hotmail.
Per quell’epoca una assoluta novità per milioni di utenti in tutto il mondo, non certo abituati ad avere una casella di posta elettronica svincolata sia dalla loro attività lavorativa, sia dal loro provider dei servizi Internet.

Ci sono voluti 8 anni perché Google lanciasse il suo servizio omologo e negli ultimi otto anni, riconosce Microsoft, non si può dire che vi siano stati cambiamenti particolarmente significativi nell’ambito delle Webmail.
È il contesto, tuttavia, ad essere cambiato, soprattutto se si considera che le caselle di posta oggi ospitano un numero crescente di newsletter e di notifiche provenienti dai social network, utilizzati, più ancora che i messaggi email, come strumento per lo scambio di messaggi.

Da qui, si chiude così la premessa di Microsoft, la decisione di ridisegnare un servizio di posta che tenga conto del nuovo scenario.
Outlook.com, per l’appunto, che Microsoft descrive come una netta cesura con il passato.
O, per meglio dire, con un certo tipo di passato.
Perché Outlook.com, invece, un legame stretto lo mantiene con l’Outlook ben conosciuto per il desktop e soprattutto correlato a Exchange Server nel mondo aziendale.
Il nuovo Outlook.com è, in sintesi estrema, Outlook portato nel mondo cloud e aperto a chiunque voglia utilizzarlo, in un’ottica di servizio mail personale. E gratuito.

Per Outlook.com Microsoft ha studiato l’aspetto estetico, puntando soprattutto alla leggerezza e alla usabilità su qualunque tipo di dispositivo: meno pixel per gli header, no display ads, più messaggi visibili in una sola pagina.
Il servizio utilizza inoltre Exchange ActiveSync, così da consentire la gestione di mail, calendario, contatti anche su smartphone e tablet.

Il servizio si connette a Facebook, Twitter, LinkedIn, Google e presto anche con Skype, così da unificare, su ogni singolo contatto, mail, attività recenti sui social network, chat e video chiamate.
Tutto questo, si precisa subito nella nota pubblicata da Microsoft, lasciando piena libertà all’utente di scegliere cosa e come condividere o visualizzare.

Nel nuovo Outlook sono state introdotte funzionalità che consentono di selezionare facilmente le email differenziandole da newsletter o aggiornamenti provenienti dai social network, così come di creare semplici regole per avere sempre a portata di mano i messaggi importanti, senza rischio di sovraccaricare la casella con messaggi non sempre desiderati.

In Outlook sono integrate, gratuitamente, quattro Web App Office, Word, PowerPoint, Excel e OneNote, che consentono di visualizzare ed editare gli attachment senza dover abbandonare la inbox.
Parimenti è stretta l’integrazione con SkyDrive, così da consentire lo scambio di documenti senza preoccupazioni per eventuali limiti nella dimensione degli attachment.

La frecciata Google arriva quando si parla di privacy.
Microsoft sottolinea come l’email sia da considerare privata e confidenziale: così garantisce che né le email né gli attachment vengono in qualche modo scansionati alla ricerca di parole chiave da vendere poi agli inserzionisti pubblicitari. Né vengono n qualche modo controllate le conversazioni: nemmeno lì vi sono messaggi pubblicitari.

Lo spazio, dichiara Microsoft, è virtualmente illimitato, ogni casella è protetta da un servizio antispam, e il servizio si connette con Outlook per desktop.

Per gli utenti attivi dei servizi di posta di Microsoft, l’utilizzo di Outlook.com si configura come un semplice upgrade: si può continuare a utilizzare i propri indirizzi Hotmail, msn.com o live.com.
Per gli altri, è possibile creare un nuovo account Outlook.com e importare in automatico i contatti, i calendari e gli altri servizi utilizzati sia con altri servizi di posta (da Yahoo a Gmail), sia con i social network, così come impostare delle funzionalità di inoltro automatico dalle precedenti caselle al nuovo Outlook.
È possibile connettere il proprio dispositivo mobile, Windows Phone, iPhone, Android, Blackberry, così come il proprio tablet, sia iPad o Android, sia, prossimamente, Windows 8.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here