Microsoft ostacola la pirateria su Vista

Con il primo major update verranno disabilitate alcune funzionalità ora sfruttate per attivare copie illegali.

Nella giornata di ieri, Microsoft ha reso noto che con l’uscita del primo major update di Windows Vista, disabiliterà due metodologie utilizzate dai pirati del software per copiare in modo illegale il sistema operativo.

Si tratta, nello specifico, di una funzionalità che consente di mimare la procedura di attivazione e di un’altra che di fatto consente di estendere il periodo che intercorre tra l’installazione e l’attivazione.
Si tratta di nuove contromisure, alle quali dovrebbero seguirne altre che riguarderanno soprattutto la modalità di gestione delle copie illegali identificate attraverso i programmi di autenticazione.

Obiettivo, combattere la pirateria che, secondo Bsa, riguarda almeno il 35% del software consumer a livello mondiale.

Attualmente, secondo Microsoft, il tasso di pirateria relativo a Windows Vista è circa la metà di quello registrato su Windows Xp. Ingannare Vista è più difficile, è la spiegazione. In effetti anche l’eliminazione delle copie di attivazione illimitate, una volta disponibili nei programmi di volume licensing, ha creato qualche ostacolo in più. E altri Microsoft intende frapporli tra i suoi prodotti e le attività di copia illegale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here