Home Apple Microsoft OneDrive, supporto M1 e nuove funzioni per i prodotti Apple

Microsoft OneDrive, supporto M1 e nuove funzioni per i prodotti Apple

Microsoft ha annunciato di aver lavorato a stretto contatto con Apple per garantire una user experience migliore di OneDrive sui prodotti della società di Cupertino.

Indipendentemente dal fatto che le persone utilizzino OneDrive per mantenere i loro file di lavoro sincronizzati e protetti o per archiviare e condividere i loro documenti personali e le foto nel cloud.

Questo lavoro di ottimizzazione, ha inoltre spiegato Microsoft, è dovuto anche al fatto che il lavoro ibrido e remoto continua, per cui molte organizzazioni stanno offrendo ai dipendenti la flessibilità di scegliere non solo dove lavorare, ma anche i dispositivi che preferiscono utilizzare per svolgere il loro lavoro.

Alla luce di tutto ciò, Microsoft ha condiviso alcuni degli aggiornamenti e dei miglioramenti che sta apportando a OneDrive per i prodotti Apple. Update progettati per aiutare le persone ad essere più produttive ovunque si trovino.

La prima novità, molto richiesta dagli utenti, è che entro l’anno Microsoft aggiornerà OneDrive per funzionare in modo nativo sui Mac equipaggiati con il chip Apple Silicon M1.

Ciò significa, ha messo in evidenza Microsoft, che OneDrive sfrutterà appieno i miglioramenti delle prestazioni su M1, rendendo ancora più produttivi gli utenti che lavorano sugli ultimi iMac, MacBook Air, MacBook Pro da 13 pollici e Mac mini.

Microsoft OneDrive Apple

Microsoft ha anche sottolineato di aver lavorato attivamente per rispondere alla richiesta degli utenti di abilitare il supporto per la funzione Known Folder Move (KFM) per macOS.

La società di Redmond ha ora annunciato che presto sarà possibile per gli amministratori It implementare KFM per gli utenti macOS e reindirizzare le loro cartelle Desktop, Documenti e Immagini a OneDrive.

KFM consentirà agli utenti macOS dell’organizzazione di accedere ai loro file più importanti su diversi dispositivi e applicazioni senza alcuna interruzione della produttività, perché il loro contenuto viene sincronizzato automaticamente con OneDrive.

Inoltre, saranno in grado di condividere in modo sicuro i dati all’interno e all’esterno della loro organizzazione, aumentando la collaborazione.

Microsoft ha poi annunciato che nel corso dell’anno rinnoverà l’esperienza di sincronizzazione di OneDrive sull’ultima versione di macOS, basata sulla nuova piattaforma File Provider di Apple, per migliorare l’esperienza del Finder per OneDrive.

Microsoft OneDrive Apple

Con questo aggiornamento, la cartella OneDrive sarà visibile sotto Posizioni nella barra laterale del Finder, fornendo un accesso facile e veloce a tutti i file OneDrive.

Microsoft aggiornerà anche l’esperienza di OneDrive Files On-Demand, che è abilitata per impostazione predefinita e aiuta a visualizzare e accedere a tutti i file, individuali o condivisi, senza doverli scaricare e utilizzare lo storage del dispositivo.

Microsoft OneDrive Apple

I file online-only saranno rappresentati da un’icona che simboleggia il cloud. Quando l’utente apre un file online, questo viene scaricato sul dispositivo come un file disponibile localmente (locally-available file). I file scaricati localmente che richiedono spazio sul dispositivo visualizzeranno l’icona del file sempre disponibile (always-available file).

Questa riprogettazione, ha spiegato Microsoft, è volta a presentare un’esperienza OneDrive senza soluzione di continuità che abbia un look and feel nativo sull’ultima versione di macOS.

Profondamente integrato con il Finder, questo aggiornamento è ideato per migliorare la facilità d’uso, fornendo al contempo tutti gli stessi vantaggi e funzionalità che si hanno con l’attuale versione di Files On-Demand in OneDrive per il Mac.

Microsoft OneDrive Apple

Il mese scorso Microsoft ha annunciato OneDrive Sync Admin Reports per Windows nell’admin center di Microsoft 365 Apps. Ora Microsoft ha annunciato che presto la stessa funzionalità sarà disponibile anche su macOS.

Questi report offriranno agli amministratori It una maggiore visibilità sugli utenti macOS della loro organizzazione che eseguono OneDrive Sync e sugli eventuali errori che potrebbero riscontrare.

Con una vista a colpo d’occhio di OneDrive Sync nella loro organizzazione, gli amministratori It possono risolvere rapidamente e proattivamente i problemi per aiutare le persone a rimanere produttive, migliorando l’adozione di OneDrive e la user experience..

Oltre che sulle funzionalità, Microsoft ha poi lavorato per migliorare le prestazioni e l’affidabilità di OneDrive su macOS. Il mese scorso, il team ha rilasciato aggiornamenti che hanno ridotto la quantità di utilizzo della CPU del 40%, aiutando a risparmiare la batteria e ad accelerare le prestazioni per il multi-tasking.

L’azienda ha ora annunciato che rilascerà nei prossimi mesi ulteriori miglioramenti che ottimizzano ulteriormente le prestazioni e l’affidabilità.

Il mese scorso Microsoft ha abilitato una funzionalità in OneDrive per macOS che consente agli amministratori It di impedire all’app di sincronizzazione OneDrive di caricare determinati file su OneDrive o SharePoint.

Microsoft OneDrive

Gli amministratori It che gestiscono i dispositivi macOS nelle loro organizzazioni possono abilitare questa impostazione utilizzando la voce del file plist prescritto per impedire agli utenti di caricare tipi di file specifici come .exe o .mp3 quando sincronizzano i loro file OneDrive.

Quando questa impostazione è abilitata, l’app di sincronizzazione non carica i nuovi file che corrispondono alle parole chiave specificate e i file rimangono nella cartella OneDrive locale.

Nel Finder, i file appariranno con un’icona “Excluded from sync” nella colonna dello stato, e gli utenti vedranno una notifica nel centro attività di OneDrive che spiega perché i file non vengono sincronizzati.

Office iOS iPadOS

Infine, in questa carrellata di aggiornamenti in arrivo per le piattaforme Apple, Microsoft ha annunciato che nel corso di questo mese gli utenti iOS e iPadOS saranno in grado di modificare i documenti di Office che hanno contrassegnato per l’uso offline nell’app mobile OneDrive.

Quando sono offline, devono solo toccare Modifica o Apri in Word o PowerPoint per iniziare a modificare. Quando sono di nuovo online, possono riprendere il lavoro da dove lo hanno lasciato.

L’editing offline sarà disponibile con l’app mobile di Office e con le app standalone di Word e PowerPoint su iOS e iPadOS.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php