Microsoft investe nello streaming video

Due mosse quasi concorrenziali fra loro stanno caratterizzando l’attuale fase di investimento di Microsoft nel campo del broadcasting televisivo. Qualche giorno fa l’azienda ha comprato una quota del 10% (sneza diritto di voto) della Progressive Networ …

Due mosse quasi concorrenziali fra loro stanno caratterizzando l'attuale
fase di investimento di Microsoft nel campo del broadcasting televisivo.
Qualche giorno fa l'azienda ha comprato una quota del 10% (sneza diritto di
voto) della Progressive Networks, produttrice dei diffusissimi software
RealAudio e RealVideo. Automaticamente, questi due prodotti sartanno
inseriti in NetShow, il prodotto di streaming di Microsoft, giudicato dai
più non altrettanto sofisticato. RealPlayer 4.01 e NetShow, inoltre,
troveranno spazio nella nuova versione di Internet Explorer.
Allo stesso tempo, tuttavia, si parla della possibile acquisizione della
Vxtreme, una società concorrente di Progressive Networks. Secondo gli
analisti, la mossa dovrebbe servire a Microsoft per semplificare l'uso dei
connenuti streaming da parte dei clienti, attraverso il concetto
dell'interoperabilità. Progressive ha infatti annunciato che supporterà,
oltre al proprio RealMedia Format, anche il formato Asf (Active Streaming
Format), già utilizzato da NetShow e da Vxtreme.
Vi è da notare come fra le massime competenze di Vxtreme vi sia quella sui
tool di authoring. Ma questa strategia fatta di singoli pezzi da comporre
potrebbe ingenerare, almeno temporaneamente, qualche confusione presso gli
utenti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here