Microsoft goes Live, parola di Bill Gates

Inizia una nuova era, tutta giocata sui servizi online. Per Microsoft un nuovo modello di business, in uno scenario completamente nuovo, nel quale non mancano e non mancheranno nuovi competitor. Il beta testing dei nuovi servizi inizia subito, ma non si parla ancora di lancio ufficiale.

Una svolta epocale.
Così Bill Gates definisce la nuova attenzione di Microsoft al mondo dei servizi.
Una attenzione in qualche modo anticipata la scorsa settimana da Ray Ozzie e ora ufficialmente annunciata.

L'ha definita l'era live del software, Bill Gates, e l'ha concretizzata in due prodotti sui quali Microsoft sta già lavorando: "Windows Live" e "Office Live", complementari all'offerta tradizionale e destinati a costituire una nuova fonte di reddito.
Nessuna intenzione di fare di Office Live e Windows Live una alternativa al sistema operativo o alla suite di produttività, sia chiaro. I due servizi saranno indirizzati in modo specifico alle piccole imprese e agli utenti consumer i quali, senza essere obbligati ad avere Windows e Office preinstallati sui loro computer, avranno la possibilità di accedere a una serie di servizi online, quali mail, blogging e instant messaging.
Servizi che si ripagheranno con formule di abbonamento, di licenza, di pay per use, o ancora con la raccolta pubblicitaria.
Ed è proprio quest'ultimo aspetto quello che davvero segna la svolta per Microsoft.
Con questo annuncio, la società entra di fatto in un nuovo modello di business, quello dei servizi online, con il quale finirà per confrontarsi con nuovi partner e con nuovi competitor, in uno scenario in profonda trasformazione.
Come è comprensibile, Bill Gates non ha rilasciato troppi dettagli sui due prodotti e sulla nuova strategia.
A quanto è dato di sapere, si tratterà di una serie di servizi, in parte nuovi, in parte già offerti con il marchio Msn, destinato dunque ad evolvere, in un'ottica di maggiore personalizzazione.
Ci saranno barre per sottoscrivere feed Rss, sarà possibile scaricare podcast o effettuare ricerche, integrare server SharePoint e documenti recenti e utilizzare un tool, Windows Live Safety Center, per verificare lo stato di salute del pc, rimuovendo eventuali virus presenti.
Co sarà un mail client basato su Ajax, con un look and fell non distante da Outlook, e ci sarà un Windows Live Messenger.

Office Live sarà indirizzato prevalentemente al mondo dello small business e comprenderà una serie di servizi quali Mojo, per consentire a piccoli gruppi di utenti di lavorare in modo collaborativo sullo stesso documento.
Si parla di 22 applicazioni in tutto, che vanno dai tool di customer management alla secure collaboration.

Per Windows Live le fasi di beta testing iniziano da subito, mentre per Office Live si parla dell'inizio del prossimo anno con una prima limitazione agli Stati Uniti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome