Microsoft cambia il desktop search

Come per il media player e per il browser Internet verrà data all’utente la possibilità di scegliere lo strumento da utilizzare.

Nella giornata di ieri Microsoft ha reso nota l'intenzione di apportare
alcune modifiche alle funzionalità di desktop search, con l'obiettivo di
ottemperare ad alcune delle richieste presentate da Google agli organi
regolatori ed evitare nuove battaglie antitrust.

In
base ai termini dell'accordo, stilato con il Dipartimento di Giustizia,
Microsoft dovrebbe integrare un meccanismo in base al quale sia i produttori di
pc sia gli utenti finali saranno in grado di scegliere un programma di desktop
search di default, esattamente come accade con i browser o i media player.



Secondo quanto riporta la stampa statunitense, la decisione pare soddisfi sia il dipartimento di Giustizia federale sia, i 17 avvocati di stato ai quali è stato sottoposto prima della presentazione ufficiale.
E con l'occasione, ha per la prima volta
parlato ufficialmente del primo service pack per il suo sistema operativo.
Niente date certe, per ora. Solo una beta entro fine anno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome