Home Cloud Microsoft Azure, arriva PostgreSQL gestito e scalabile nel cloud

Microsoft Azure, arriva PostgreSQL gestito e scalabile nel cloud

Secondo una ricerca di Stack Overflow citata dal team di Microsoft Azure, PostgreSQL è il database più “desiderato” al mondo. Nonché l’unico – ha sottolineato ancora Microsoft – che è stato nominato DBMS dell’anno (da DB-Engines) in tre degli ultimi cinque anni.

PostgreSQL è utilizzato per alimentare l’infrastruttura dati core e i prodotti basati sui dati in molti settori come quello bancario, finanziario, assicurativo, viaggi e trasporti e così via.

Per mettere il meglio di PostgreSQL e Azure a disposizione del più ampio numero di utenti possibile, Microsoft ha ora annunciato la disponibilità generale (GA) di Azure Database for PostgreSQL – Flexible Server in più di 30 region in tutto il mondo.

Sin da quando aveva lanciato l’anteprima di Flexible Server, l’intenzione di Microsoft era quella di rendere più facile per i suoi clienti modernizzare i loro database PostgreSQL su Azure. Nonché di semplificare la costruzione di nuove applicazioni native del cloud.

Uno degli obiettivi era quello di risolvere il dilemma che i clienti dovevano affrontare, dovendo scegliere tra i vantaggi di un servizio di database completamente gestito e la perdita di controllo.

L’obiettivo di Microsoft era quello di fornire ai clienti un servizio facile da usare e ottimizzato in termini di rapporto prezzo/prestazioni, insieme alla possibilità di personalizzare come necessario per raggiungere i requisiti unici di ogni applicazione.

Potenza e controllo, con Azure Database per PostgreSQL

Azure Database per PostgreSQL – Flexible Server mira a raggiungere questo obiettivo – ha sottolineato Microsoft – fornendo l’accesso alle ultime versioni di PostgreSQL e a una serie di funzionalità.

Microsoft Azure PostgreSQL

Innanzitutto, semplifica l’esperienza di sviluppo delle applicazioni, rendendo facile il provisioning rapido, la connessione e l’inizio dello sviluppo utilizzando una scelta di strumenti integrati out of the box con GitHub, Terraform, Azure Kubernetes Service e Web Apps.

Poi, consente di sviluppare applicazioni altamente disponibili, resilienti e scalabili con la possibilità di selezionare l’alta disponibilità nella stessa zona o in zone ridondanti.

Tutto ciò, con la possibilità di esercitare il massimo controllo sulla messa a punto di oltre 225 parametri di database, tra cui max_connection, shared_buffers e altri. E con la possibilità di scegliere un programma di manutenzione che soddisfi i requisiti aziendali e selezionare la quantità ottimale di risorse di CPU e memoria.

Azure Database per PostgreSQL – Flexible Server consente di proteggete i dati con full network isolation, crittografia dei dati a riposo e connessioni crittografate che hanno il pieno controllo TLS e SSL.

Così come di ottimizzare i costi con un tier di calcolo Burstable che può essere scalato dinamicamente verso l’alto o verso il basso, l’opzione di fermare un server PostgreSQL di sviluppo o di test quando non è in uso, e il pricing reserved instance, che i clienti possono sottoscrivere per risparmiare oltre il 67%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php