Microsoft ammette l’insuccesso di Mom

Poche le copie vendute e scarsi anche i benefici di chi finora ha installato il software di system management. Ma rimane la fiducia in un mercato giudicato ancora non pronto.

È un fatto raro e, quindi, va segnalato. Microsoft ha ammesso che sono poche le aziende che hanno fin qui investito in Mom (Microsoft Operations Manager), il tool di system management lanciato ormai un anno fa. E non basta: di questa piccola parte di clienti acquisiti, molti non hanno ottenuto benefici dall'uso del programma. I dati sono emersi da una ricerca interna e, per una volta, sono stati divulgati.
Tuttavia, nonostante le vendite fin qui molto deludenti, il gigante del software rimane fiducioso sulle potenzialità di una tecnologia che le aziende dovranno considerare con molta attenzione, se hanno l'obiettivo di controllare i costi, migliorare il service level agreement e meglio gestire le proprie infrastrutture It. Secondo un portavoce di Microsoft, la ricerca indica che il 72% degli ambienti Microsoft non possiede in realtà alcun prodotto di system management e l'uso comincia a crescere solo arrivando ad aziende di media taglia.

Probabilmente, l'e-commerce sarà di forte impulso alla vendita di strumenti per la gestione dei servizi, specie ad aziende che stanno imparando quanto la disponibilità dei servizi impatti sulla customer satisfaction e sui fatturati. Di conseguenza, Microsoft ha da poco lanciato Mom Express, una versione "ridotta" a prezzo fisso del tool, che dovrebbe rendere più semplice per i clienti misurare il ritorno sugli investimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome