Micro Focus e HPE Software Business, fusione completata

Micro Focus ha completato la fusione con HPE Software Business, dando il la a una delle più grandi società di software del mondo, che punta a fornire soluzioni software attraverso l'IT ibrido.

La fusione, infatti, riunisce due leader nell'industria del software per formare una nuova unica azienda. In tale contesto Chris Hsu, che in precedenza ricopriva i ruoi di COO di HPE e Vice Presidente Esecutivo e Direttore Generale di HPE Software, è stato nominato CEO di Micro Focus.

La società combinata diventa la settima più grande società di software del mondo e anche la più grande società di tecnologia britannica quotata alla Borsa di Londra, capace di un fatturato di 4,4 miliardi di dollari.

Complessivamente la transazione è stata valutata 8,8 miliardi di dollari e arriva a suggello di importanti movimenti che hanno coinvolto Micro Focus negli ultimi tre anni: Attachmate Group, Serena Software e ora HPE Software.

Di fatto la fusione riunisce due leader del mercato software enterprise, che si concentreranno sull'aiutare le aziende a estendere gli investimenti software esistenti, abbracciando l'innovazione in un mondo ormai fatto da tecnologia ibrida.

Con oltre 5.800 dipendenti impegnati nella ricerca e sviluppo software, l'azienda combinata punta ad aiutare a risolvere i problemi tecnologici più complessi per i clienti, offrendo soluzioni di livello mondiale e di scala aziendale in settori chiave.

Le aree di azione di Micro Focus dopo la fusione

DevOps: per la rapida realizzazione di applicazioni di qualità e sicure, con visibilità end-to-end attraverso una serie di offerte commerciali e open source, sfruttando il più grande portafoglio del settore.

IT ibrida: con l'obiettivo di semplificare la gestione di un complesso mix di piattaforme, metodi di distribuzione e modelli di consumo, per aiutare le aziende a soddisfare le esigenze, controllare i costi e garantire disponibilità e prestazioni a livello globale.

Sicurezza e gestione del rischio: per la protezione dei dati, applicazioni e accesso; alimentare le operazioni di sicurezza e la governance per attenuare il rischio e mantenere la conformità; e sfruttare il potere di pratiche di DevOps sicure per garantire la gestione del rischio end-to-end.

Analytics predittivo: per aiutare i clienti a tradurre i dati in tempo reale in analisi in tempo reale, con il supporto di stack aperti e cloud-based per creare nuove conoscenze in applicazioni, operazioni, sicurezza e business.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here